Tolosa: il killer è circondato, Sarkozy lo vuole vivo

A Tolosa la polizia ha circondato un uomo di 24 legato ad Al Qaida: secondo i militari sarebbe lui il responsabile delle stragi di Tolosa e Montauban. Le teste di cuoio francesi erano pronte al blitz, ma il presidente Nicolas Sarkozy ha bloccato l’assalto finale, con lo scopo di “prendere vivo” il sospetto killer. Intanto il ministro dell’Interno, Claude Gueant, ha dichiarato a BFM-tv che la polizia è certa che si tratti dell’assassino: “Siamo certi che l’uomo barricato sia l’autore delle stragi di Montauban e Tolosa“.

L’uomo si trova al primo piano di un edificio di Tolosa in rue Sergent Vigné numero 17, ora completamente circondato da militari. Sono in corso delle trattative per sbloccare la situazione;  per l’uomo non c’è più alcuna possibilità di fuga. La situazione ha rischiato di sfuggire di mano alla polizia, a causa di alcuni colpi di arma da fuoco sparati dal presunto killer questa mattina, intorno alle 6. Tre agenti sono rimasti feriti, fortunatamente in modo non grave.

Il sospettato si definisce un membro di Al Qaida e sostiene di aver partecipato ad operazioni della Jihad in Pakistan e Afghanistan. Secondo il ministro Gueant, l’uomo fa parte di ambienti “salafisti e jihadisti“. Il ventiquattrenne ha affermato di “aver voluto vendicare i bambini palestinesi”. A quanto pare il sospetto degli omicidi di Tolosa era già nel mirino delle autorità, poichè legato a gruppi islamici radicali: era conosciuto con il nome di “Mohamed“.

Per smascherare l’assassino è stato fondamentale il controllo degli indirizzi IP dei visitatori del sito di vendite online per mezzo del quale il killer aveva agganciato la sua prima vittima, uno dei militari uccisi solo qualche settimana fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here