Inter, la Primavera è in finale di Champions!

Da Marsiglia a Marsiglia. Il ciclo dell’Inter del Triplete ha avuto il suo atto conclusivo nella gara di Champions League contro i francesi, ma proprio con lo stesso avversario si potrebbe aprire una nuova epoca.

Nella Next Generation Series (la Champions League giovanile), la Primavera nerazzurra batte i coetanei transalpini e raggiunge la finale del torneo, nella quale affronterà l’Ajax alle 14:30 di domenica.

Comunque vada sarà un successo, perché questo traguardo sembrava impensabile il 31 agosto, quando i nerazzurri esordirono nel torneo perdendo per 7-1 contro il Tottenham. La squadra allenata da Stramaccioni (indicato come uno dei papabili per la successione a Ranieri) ha saputo reagire, trovando gioco e compattezza, dando il via ad una cavalcata straordinaria, culminata con il passaggio del turno nel girone e le vittorie contro Sporting Lisbona e, appunto, Marsiglia nella fase ad eliminazione diretta.
Percorso che fa ben sperare ed è il frutto del lavoro del tecnico, impeccabile tatticamente e bravo a dare serenità e carica agonistica ai ragazzi. Già, perché i baby interisti hanno un futuro raggiante davanti a loro. Su tutti Daniel Bessa, centrocampista offensivo classe 1993, che gli scout pescarono in Brasile dall’Atletico Paranaense. Ma non solo. La Primavera ha altri gioielli in vetrina, a partire dal duo difensivo Kysela – Spendlhofer, passando per Lorenzo Crisetig (che ha già debuttato in Champions League con la prima squadra) e Duncan, vero mastino di centrocampo. E poi in attacco c’è Samuele Longo, centravanti di razza ma che sa fare anche tanto lavoro in copertura: è toccato a lui segnare il 2-0 che ha eliminato il Marsiglia. Per ricominciare un altro ciclo interista.