Titanic 3D, il film di James Cameron torna in sala il 6 aprile

Dopo aver esplorato gli abissi raggiungendo il punto più profondo della terra, a 11mila metri sotto il livello del mare, James Cameron riemerge in superficie per presentare al mondo una delle sue creature più celebri Titanic. O forse sarebbe più corretto dire “ripresentare”. In concomitanza col centenario dell’affondamento – avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 aprile 1912 –, il 6 aprile uscirà in 250 sale italiane, e in contemporanea col resto del mondo, una nuova versione del kolossal dei record nel 1997. 

18 milioni di dollari e 60 settimane del meticoloso lavoro di 300 esperti di computer. Tanto è servito per riportare al cinema Titanic nella sua nuova veste tridimensionale. “Un’esperienza mai fatta prima”, recita il claim del poster che accompagna la nuova release.

Vivere da vicino la tragica storia degli amanti impossibili Jack e Rose, volare assieme a loro sulla prua del maestoso transatlantico, guardare da vicino l’iceberg che lo colpì facendolo affondare. Il nuovo Titanic è uguale all’originale al 100%, Cameron non ha cambiato il finale come qualcuno forse si aspettava e non ha corretto nemmeno quelle piccole imperfezioni scovate nel montaggio originario. Il film ha conservato intatto tutto il suo potere emotivo, con in più un’esperienza visiva intensa ed epica che accomunerà tanto vecchi nostalgici fan quanto i  neofiti, che non hanno mai visto Titanic per come è stato concepito e realizzato, ovvero per il grande schermo.

Che si ami o si odi, il film di Cameron è tra i più visti e premiati della storia del cinema. Undici Oscar (un record condiviso con Ben Hur e Il signore degli anelli) e un incasso di 1,8 superato solo due anni fa da un altro grande kolossal del regista canadese, Avatar, che con i suoi 2,7 miliardi di dollari ha tolto alla pellicola che ha lanciato le carriere di due grandi interpreti del cinema internazionale come Leonardo Di Caprio e Kate Winslet, il primato nella classifica dei film col maggiore incasso nella storia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here