Noel Gallagher: "La mia musica mai a livello degli Oasis"

Noel Gallagher sa sempre come parlare in modo pungente, e lo fa con così tanta classe che non si può che essere d’accordo con lui: quante volte ha sparato a zero sulla musica del momento constatando sacro sante verità? Stavolta però Noel sembra parlare di se’ e del suo lavoro musicale.

“Niente di ciò che farò in futuro potrà mai eguagliare i livelli raggiunti con gli Oasis”, ha affermato l’ex Oasis. Molti fans e giornalisti hanno constatato una sorta di comprensibile nostalgia nelle sue parole, ma Noel non è uno che torna facilmente indietro sui suoi passi ed è quindi probabile che l’ex frontman della storica band abbia semplicemente affermato una verità di cui lui stesso prende coscienza. Gli Oasis hanno influenzato fortemente la musica britannica e internazionale: sono come quei grandi che resteranno sempre unici e irripetibili.

Ma ecco che Noel non si riferisce solo a se’, ma guarda anche in generale agli altri esponenti della musica internazionale e in particolare ai suoi connazionali più rilevanti nel panorama musicale:“Al momento non c’è nessuno grande come gli Oasis: ne’ i Coldplay, ne’ i Kasabian, ne’ gli Artic Monkeys e in Inghilterra neppure gli U2”. L’ha raccontato Noel in un documentario della BBC 4 dal titolo “Mark Lawson Talks To Noel Gallagher”.

Noel ha deciso dal 2009 di lasciare la band, intraprendendo un percorso musicale solista, fondando nei due anni successivi la sua band “High Flying Birds”. A breve uscità un altro lavoro dal titolo “Songs from the Great White Nord” che conterrà quattro tracce, tra cui “Shoot a Hole into the Sun” nata dalla collaborazione con Amorphous Androgynous.