Twitter dichiara guerra allo spam chiamando in causa la legge

Nonostante negli ultimi mesi si è parlato spesso di Facebook , Google+ e di Pinterest che hanno portato tante novità, il social network del microblogging Twitter è cresciuto per numero di utenti e assiduità nel postare messaggi. Infatti, secondo il blog ufficiale del social network di Jack Dorsey ora Twitter può contare su 140 milioni di utenti attivi per un totale di 340 milioni di tweet inviati ogni giorno. Una cifra impressionante che oltre ad attirare nuovi utenti finisce nel destare interesse anche negli spammer.

Probabilmente Twitter è uno degli strumenti preferiti dagli spammers visto che è davvero facile contattare utenti tramite le cosiddette menzioni senza dover necessariamente essere inseriti tra i following di un utente.

Comunque, visto che lo spam dà fastidio a tutti, Twitter è impegnata in questa guerra contro la pubblicità non desiderata e questa volta per farsi aiutare si affida anche alla legge visto che tramite un comunicato ufficiale veniamo a sapere che la società ha presentato una denuncia alla corte federale di San Francisco contro cinque tra i fornitori degli strumenti più aggressivi e spammer.

Una decisione ferma che potrebbe quindi scoraggiare gli utenti a spammare. Visto che è praticamente impossibile bloccare sul nascere i tweet di spam, lo staff di Twitter vuole scoraggiare tutti quegli strumenti che servono per facilitare l’inoltro di messaggi indesiderati.

Volete contribuire anche voi a fermare lo spam? Appena vi accorgete che qualcuno vi menziona pubblicizzando link discutibili o poco chiari non fatevi scrupoli a utilizzare la funzione “Segnala per spam”. In questo modo avrete aiutato il social network nella lotta allo spam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *