Ecclestone: pronto a rinunciare al GP del Bahrain se le squadre non vogliono!

Bernie Ecclestone ha sempre minimizzato i problemi che si celano dietro il Gran Premio del Bahrain. Anche se la competizione automobilistica non ha niente a che fare con i disordini politici che esistono in quella zona, la preoccupazione è notevole da parte delle scuderie di F1.

Infatti, questi disordini che hanno impedito lo svolgimento del gran premio nella passata stagione, non solo non sono stati risolti ma nelle ultime ore si sarebbero addirittura intensificati. Fatto sta che i team hanno paura di correre in un posto dove ci sono disordini seri e dove è stato praticamente invitato il circus a non correre in Bahrain.

Bernie Ecclestone ha sempre spinto a favore del gran premio nonostante gli evidenti problemi che accadono nella zona in questione mentre i team sono apertamente contrari all’idea di mettere a repentaglio la propria sicurezza per correre in un posto poco sicuro.

Ecco perché dopo le qualifiche di sabato potrebbe esserci una riunione per valutare la situazione ma sembra proprio che le scuderie siano contrarie al 100% a disputare questo gran premio. Bernie Ecclestone prende atto del problema e dichiara che se i team non sono disposti a partecipare, nessuno può costringerli.

Una frase quindi che lascerebbe intendere una rinuncia da parte del patron della F1 a correre un gran premio pericoloso che per la seconda stagione consecutiva potrebbe essere estromesso dal calendario della Formula 1. In ogni caso secondo Ecclestone, della questione bisognerà parlarne con la FIA che dovrà prendere la decisione finale su questo delicato argomento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here