Imu 2012 pronta coi codici tributo

Per il versamento dell’Imu, a partire dal 18 aprile del 2012, saranno attivi i codici tributo per il pagamento, compresi quelli per il pagamento degli interessi e delle sanzioni che scattano avvalendosi dell’istituto del ravvedimento. A farlo presente in data odierna, giovedì 12 aprile del 2012, è stata l’Agenzia delle Entrate che riguardo all’Imu ha istituito i codici tributo, così come sono stati oggetto di ricodifica i codici tributo per chi ancora deve versare l’imposta comunale sugli immobili. In merito l’Amministrazione finanziaria dello Stato ha comunque precisato come per il pagamento dell’imposta comunale sugli immobili siano rimasti invariati i codici tributo per andare a versare in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi.

I nuovi codici tributo sono stati istituiti dall’Agenzia delle Entrate con un’apposita Risoluzione, la numero 35/E, visionabile e scaricabile dal sito Internet www.agenziaentrate.gov.it. Per il pagamento della nuova tassa, inoltre, l’Agenzia delle Entrate ha ufficialmente aggiornato il modello F24, ed il modello “F24 Accise”, andando a sostituire la dicitura “ICI” con “IMU”.

I modelli rivisti, quindi aggiornati per il pagamento dell’Imu, si possono come al soluto ritirare in formato cartaceo in banca, alla Posta oppure presso gli agenti della riscossione, mentre online, dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, si può visionare e scaricare il nuovo modello F24 Accise. Riguardo alla coesistenza tra il vecchio ed il nuovo modello F24, l’Agenzia delle Entrate ha fatto presente che, anche per ragioni di economicità legate allo smaltimento delle scorte di modelli esistenti, il nuovo modello F24 dovrà essere utilizzato in via obbligatoria dall’1 giugno del 2013. Sul vecchio modello l’IMU può così trovare spazio nella sezione denominata “Ici e altri tributi locali“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here