Suspiria, in arrivo il remake del film di Dario Argento

Tra sequel, reboot e remake, sembra che il cinema made in usa negli ultimi anni abbia ben poco da dire riguardo al genere horror. L’industria punta tutto sul già visto, ammiccando l’occhio allo spettatore con prodotti esteriormente attraenti ma che mancano di qualità artistica, e sono davvero pochi i titoli degni di nota e distintisi per originalità. Tra questi c’è sicuramente una serie tv tra le più seguite quest’anno, American Horror Story, e Paranormal Activity, il cui successo è stato però banalizzato dalla realizzazione di due inutili sequel.

Ma il fenomeno che denota maggiormente la povertà creativa degli sceneggiatori in questi tempi è la produzione di remake, soprattutto di film stranieri. Sfumato il progetto di riportare al cinema e in 3D Profondo Rosso, si ritenta ora con l’ altro grande capolavoro di Dario Argento, Suspiria.

Dopo quattro anni di incertezze e ritardi, sembra infatti in dirittura d’arrivo l’inizio delle riprese del rifacimento del film considerato da molti come uno dei film più belli e spaventosi del genere. Ad annunciarlo, la Crime Scene Pictures di Adam Ripp e Rob Paris che produce assieme a Francesco Melzi d’Eril della Memo Films e da Luca Guadagnino. Le riprese inizieranno a settembre 2012 sotto la direzione del regista David Gordon Green, anche co-autore della sceneggiatura con a Chris Gebert. «Amiamo lo stile e l’energia del film originale, e la sceneggiatura di David aggiorna il suo mondo in modo brillante, presentando un’opportunità unica di creare un horror classico ed elegante», hanno dichiarato Ripp e Paris a proposito di questo rifacimento che come l’originale sarà supportato dall’inquietante colonna sonora dei Goblin. Anche la trama non si discosterà molto da quella del film del 1977. Tutta la storia ruoterà infatti intorno a Suzie, una studentessa americana (interpretata originariamente da Jessica Harper e per la quale sono ancora in corso i casting) che per perfezionare i suoi studi di danza si trasferisce in una prestigiosa scuola europea. Quando una serie di brutali omicidi sconvolge il collegio, Suzie inizia a sospettare che sotto quella facciata di apparente rispettabilità si nascondano oscuri segreti in grado di mettere in pericolo chiunque tenti di svelarli.

«Sarà molto simile all’originale – ha dichiarato Green -, anche perché non è mai più stata ricreata un’atmosfera simile nel cinema horror, ma non voglio fare un remake uguale scena per scena. Lo considero più un trampolino di lancio per grandi e magnifiche idee». Surreale, visionario, con una messa in scena a metà tra il sogno e l’allucinazione in cui predomina il colore rosso, il film di Dario Argento del 1977 (il primo della trilogia delle Tre Madri, completata da Inferno del 1980 e da La terza madre del 2007) all’epoca riscosse un notevole successo diventando col tempo un vero e proprio cult del maestro italiano del terrore. E’ quindi inevitabile l’aspettativa, ma anche una certa preoccupazione nei confronti di questo remake, soprattutto considerando che David Gordon Green ha finora lavorato principalmente su commedie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here