Il Real cade a Monaco: il Bayern fa 2-1

La bestia nera colpisce ancora. Il Bayern Monaco conferma la buona tradizione negli scontri con il Real Madrid, battendo gli spagnoli per 2-1 nella semifinale di Champions League.

Il tutto davanti al pubblico dell’Allianz Arena, lo stadio in cui si giocherà la finale il prossimo 19 maggio. Una motivazione che sicuramente spinge i padroni di casa, aggressivi come non mai sin dalle prime battute, anche quando i madrileni provano ad impossessarsi della partita.

La prima occasione è infatti di marca blanca e capita sui piedi di Benzema, che però trova la splendida opposizione di Neuer. Il Bayern pressa e sfrutta le fasce, dove Lahm da una parte e Ribery dall’altra fanno il bello ed il cattivo tempo. Il francese prima reclama inutilmente un rigore, poi si riscatta con la zampata dell’1-0 al termine di un mischione in area, seppur con un probabile fuorigioco attivo di Luis Gustavo.
Gol che carica ancor di più i padroni di casa e annichilisce il Real, incapace di fronteggiare l’organizzazione e lo spirito dei tedeschi, che vanno ancora vicini al gol con il diagonale di Schweinsteiger ed il sinistro di Gomez, prontamente salvato da Casillas.
La squadra di Mourinho combina troppo poco rispetto agli standard, ma riesce ad avere un sussulto dopo 8′ della ripresa: Ronaldo spara su Neuer al termine di un’azione di ripartenza, poi lo stesso portoghese corregge un tiro-cross di Benzema e favorisce Ozil, che da due passi insacca un 1-1 importantissimo.
Perché al Real andrebbe bene così, ma i bavaresi non possono accontentarsi, tanto che Heynckes manda in campo anche Muller per aumentare il peso offensivo.

Le merengues fiutano il pericolo  e si rintanano in difesa senza quasi mai ripartire, favoriti in questo atteggiamento dai cambi rinunciatari di Mourinho. Gomez spreca un’occasione enorme su una palla vagante e sembra graziare gli avversari, ma allo scadere i grossi sforzi dei tedeschi vengono premiati.
Al minuto 89 Lahm scherza con Coentrao sulla fascia e mette il cross basso in mezzo, sul quale si avventa proprio Gomez, implacabile come sempre: per lui è il 40′ gol stagionale, ma soprattutto è la rete che consegna la vittoria al Bayern Monaco.

Il prossimo mercoledì si terrà il ritorno decisivo al Bernabeu, ma il Real Madrid dovrà fare sicuramente di più per passare il turno. E contro i bavaresi non sarà per nulla facile.