Europa League: Atletico Madrid con un piede in finale, lo Sporting vince in rimonta

Quasi in finale. L’Atletico Madrid stravince il derby spagnolo col Valencia e si aggiudica la semifinale d’andata di Europa League, così come lo Sporting Lisbona, che reagisce con orgoglio nei confronti dell’Athletic Bilbao.

Nella sfida tra le squadre della Spagna, a fare il mattatore della serata è Radamel Falcao, già capocannoniere di questa competizione lo scorso anno quando vestiva la maglia del Porto e più che mai vicino al bis in questa stagione.

È lui ad andare a segno dopo 18′, complice una distrazione difensiva di Rami che permette il cross ad Arda Turan, fortunato nel trovare la testa del bomber colombiano per l’1-0. La partita è a senso unico ed il Valencia ci prova solo affidandosi ai calci piazzati. E trovando il jolly nel recupero inoltrato del primo tempo con la zampata decisiva di Jonas sugli sviluppi di un corner.
Episodio che scuote ulteriormente l’Atletico, che torna in campo nella ripresa attaccando a testa bassa e portandosi avanti di due gol dopo nove minuti: Miranda corregge in porta una punizione calciata dall’ex juventino Diego (uno dei migliori in campo), prima che una grande accelerazione di Adrian culmini con il diagonale del 3-1. Il Valencia, visibilmente scosso, crolla in modo decisivo al 78′: Falcao riceve palla sulla trequarti, si sposta sino al limite dell’area convergendo verso il centro e sparando un sinistro sotto l’incrocio. Un gol formidabile del colombiano, il decimo in questa Europa League (raggiunge Huntelaar che è stato però eliminato con il suo Schalke) ma che non chiude definitivamente i giochi.
Perché nel finale, ancora una volta nel recupero e sempre da corner, il Valencia si porta sul 4-2 con Ricardo Costa e tiene viva la speranza di rimonta al Mestalla.

Rimonta che sarà necessaria anche all’Atlethic Bilbao, che esce sconfitto (seppur di misura) dal José Alvalade di Lisbona. Dove lo Sporting fa la partita per tutto il primo tempo ma viene punito in avvio di ripresa dal gol di Aurtenetxe che sembra cambiare la partita. La squadra di Bielsa ha infatti l’occasione del raddoppio con il palo colpito da Amorebieta, ma gli spagnoli non riescono ad addormentare la partita e subiscono il prepotente ritorno dei portoghesi, capaci di acciuffare il pareggio con il colpo di testa in controtempo di Insua che inganna Diego Alves. A dieci minuti dal termine arriva anche il 2-1 dei lusitani che porta la firma di Diego Capel, autore di un sinistro a fil di palo che rende interessante il ritorno al San Mames di Bilbao.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here