Bilancio 2011 Intesa Sanpaolo approvato dal CdS

Via libera, da parte del Consiglio di Sorveglianza, ai Bilanci d’esercizio e consolidato al 31 dicembre del 2011 del Gruppo bancario Intesa Sanpaolo S.p.A.. A darne notizia in data odierna, giovedì 26 aprile del 2012, è stata proprio la società quotata in Borsa a Piazza Affari, e facente parte dell’indice FTSE MIB, nel ricordare come il bilancio d’esercizio sia stato archiviato con un risultato netto negativo per 7.679 milioni di euro rispetto ad un risultato positivo per 2.327 milioni di euro al 31 dicembre del 2010. Così come il bilancio consolidato al 31 dicembre 2011 del Gruppo Intesa Sanpaolo S.p.A. ha fatto registrare un risultato netto negativo per 8.190 milioni di euro rispetto ad un risultato positivo per 2.705 milioni di euro al 31 dicembre del 2010.

Nella stessa riunione, inoltre, il Consiglio di Sorveglianza ha preso atto delle dimissioni del dottor Gianluca Ferrero e, per quel che riguarda la sua sostituzione, la nomina avverrà in concomitanza con la prossima Assemblea dei Soci. Nel dettaglio l’Assemblea ordinaria degli azionisti del Gruppo bancario Intesa Sanpaolo S.p.A. è stata convocata in data unica il 28 maggio del 2012.

Per quel che riguarda il dividendo 2012 a valere sull’esercizio 2011 ricordiamo che la cedola proposta è pari a 5 centesimi di euro in contanti sia per le azioni Intesa Sanpaolo S.p.A. ordinarie, sia per i titoli a risparmio. Dai risultati consolidati al 31 dicembre del 2011 è emersa inoltre una forte solidità patrimoniale a livello di Gruppo per Intesa Sanpaolo in virtù di indicatori sopra i livelli minimi richiesti dall’EBA. In particolare, trattasi di un Tier 1 ratio all’11,5% e di un Core Tier 1 ratio al 10,1%.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here