“Iron Man” come James Bond: Mai un reboot per il franchise Marvel?

Iron Man come James Bond. No, non è che all’improvviso il multimiliardario Tony Stark inizierà a combattere il crimine come agente segreto, ma la produzione ha dei piani ben precisi sulla serie di film basati sul personaggio della Marvel, che come nel caso dell’ importante franchise spionistico, potrebbe non interrompersi mai, ma continuare ipoteticamente all’infinito.

Le riprese di “Iron Man 3” sono ai nastri di partenza, e tutti sono impazienti di vedere nuovamente Robert Downey Jr. indossare i panni e l’armatura del suo alter ego fumettistico. Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, intervistato in merito a questo nuovo film, ha dichiarato che semmai un giorno Downey Jr. dovesse abbandonare il franchise, “Iron Man” non subirà mai un reboot, non ricomincerà mai dall’inizio, ma potrebbe continuare con un attore diverso.

E’ praticamente certo che Downey Jr. tornerà ad interpretare il supereroe nell’inevitabile sequel di “The Avengers“, ma dopo questo non è chiaro se l’attore sia ulteriormente interessato a continuare il suo rapporto con i Marvel Studios. Quel che è certo è che la produzione non ha intenzione di ricominciare tutto da zero, come fatto dalla Sony Pictures per “The Amazing Spider-Man” e come farà la Warner Bros. quando arriverà il tempo di salutare definitivamente il Cavaliere Oscuro Batman firmato Christopher Nolan.

Come nel caso della serie basata sui romanzi di Ian Fleming quindi, è probabile che in un futuro, speriamo molto lontano, le avventure dell’eroe dall’armatura gialla e rossa potrebbero continuare con un nuovo attore, pronto a prestare il suo volto e a prendere il testimone da Downey Jr. La storia ha visto sei James Bond, quanti Iron Man vedrà?