Calcolo Imu 2012: contribuenti temono di sbagliare

Uno degli “incubi” fiscali di quest’anno per i contribuenti è quello relativo al calcolo dell’Imu, la nuova tassa immobiliare che va a colpire anche le prime case. In accordo con quanto reso noto da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani, attraverso “Lo Sportello del Contribuente“, ben 9 contribuenti su 10 temono infatti di sbagliare il calcolo dell’Imu. Ma ci sono anche 8 contribuenti su 10 che in Italia temono di trovare nella cassetta della posta una cartella esattoriale, e ben 7 su 10 che hanno l’incubo di trovare il Fisco alla porta pronto a togliere loro la casa.

Ed ancora, 5 contribuenti su 10 temono di non riuscire a pagare tutte le tasse dovute al Fisco, così come un buona fatta di italiani, il 40% stando alle rilevazioni dello “Sportello del contribuente”, sogna di trasferirsi in America dove al Fisco si pensa solo una volta l’anno.

Insomma, a conti fatti in Italia i contribuenti sono letteralmente stressati dal Fisco in ragione dei tanti adempimenti nel corso dell’anno, ed in virtù di una semplificazione che spesso non c’è e che porta a delle vere e proprie complicazioni. Di riflesso Contribuenti.it, rivolgendosi al Governo, è tornata a ribadire la necessità di rispettare in pieno quello che è lo Statuto dei diritti del Contribuente. Quella rilevata nello scorso mese di aprile del 2012 per “Lo Sportello del Contribuente” è stata una vera e propria pioggia di contatti a conferma dell’aumento dello stress fiscale da parte dei contribuenti. Nel dettaglio, i contatti via Web allo “Sportello del Contribuente” sono stati oltre 660 mila con in testa le PMI ed i cittadini della Regione Campania, ed a ruota quelli di Emilia-Romagna e Regione Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *