L’ora dei ballottaggi: l’Italia torna al voto

Sono 118 i Comuni al ballottaggio: si vota nella giornata di oggi (fino alle 22) e domani (dalle 7 alle 15). Dopo che il primo turno di queste amministrative ha sconvolto il panorama politico italiano e le certezze dei partiti, domani sera si avrà finalmente il quadro definitivo per poter giudicare al meglio queste elezioni. Nel primo turno il centrosinistra ha fatto registrare i successi più importanti, accanto al Movimento 5 stelle, vera rivelazione del panorama politico italiano. Pdl e Terzo Polo, invece, sono stati fortemente ridimensionati.

Il Pd, avendo costruito una serie di alleanze con Sel, Idv e numerose liste civiche, sarà presente ai ballottaggi di 17 capoluoghi su 19, partendo avvantaggiato in 12 casi. In 9 dei 12 capoluoghi il Pd dovrà fronteggiare un avversario di centrodestra (Como, Monza, Alessandria, Asti, Piacenza, Frosinone, Rieti, Isernia e Trani), mentre in 4 capoluoghi dovrà vedersela con un candidato centrista (Genova, L’Aquila, Lucca e Cuneo). Fari puntati su Taranto, dove Ippazio Stefano, sindaco del centrosinistra uscente, affronterà il candidato della Destra Mario Cito. A Palermo, invece, la sfida è fra due candidati di centrosinistra: Leoluca Orlando, candidato sindaco appoggiato da Rifondazione Comunista e Idv, e Fabrizio Ferrandelli, candidato del Partito Democratico. Una sfida interna al centrosinistra andrà in scena anche a Belluno, dove si fronteggeranno Claudia Bettiol e Jacopo Massaro. Infine, a Parma ci sarà la chance concreta per il Movimento 5 Stelle di conquistare la guida della giunta comunale di un grande Comune italiano. Il candidato del Movimento, Federico Piazzarotti, è arrivato al ballottaggio grazie al 19,5% dei voti ricevuti al primo turno, ma dovrà vedersela con il candidato del Pd, Vincenzo Bernazzoli, forte del suo 39% nel turno precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *