Calciomercato, tutte le comproprietà da risolvere entro pochi giorni

Il calciomercato sta entrando sempre più nel vivo e probabilmente dopo gli Europei 2012 ci saranno altri colpi importanti, magari relativi a qualche talento che si metterà in mostra proprio a livello internazionale grazie alla competizione che si svolgerà in Polonia e Ucraina.

Intanto, protagonista di questi prossimi quindici giorni sarà sicuramente la questione legata alla risoluzione delle molte comproprietà. Alcune sono state già risolte, ma ancora tante altre sono da risolvere e potrebbero trascinarsi alle buste qualora non si trovasse un accordo in tempo.

Il termine ultimo, infatti, è fissato alle ore 19 del 22 Giugno.

Grande attenzione sarà riservata alla situazione di Sebastian Giovinco. Il Parma vorrebbe trattenerlo oppure monetizzare, la Juventus sta cercando un top player ma al momento non appare molto convinta di un ritorno della formica atomica a Torino, tuttavia non ha voglia di perdere l’altra metà del giocatore, il cui valore sta crescendo a dismisura. Urge trovare un accordo ma la questione appare intricata.

Altra comproprietà complessa è quella che vede sempre al centro il Parma, questa volta per quanto concerne la metà di Fabio Borini, per il quale dovrà vedersela con la Roma. Il giocatore, dopo un’ottima stagione con i giallorossi, si è guadagnato la Nazionale maggiore ed il suo prezzo è salito parecchio. Ghirardi vorrebbe trattenere anche lui, ma non sarà facile perchè la Roma vorrebbe sfruttare la sua velocità nel gioco di Zeman.

Un altro giocatore autore di un’ottima annata che gli è valsa la chiamata di Prandelli e che è in comproprietà è Alessandro Diamanti. Il talentuoso trequartista è a metà tra Bologna e Brescia. Il presidente delle rondinelle al momento non ha accettato l’offerta del club rossoblù ma vorrebbe circa 7 milioni di euro. Alla fine comunque si dovrebbe trovare un accordo.

In comproprietà c’è anche l’uomo mercato Mattia Destro, attaccante a metà tra tra Genoa e Siena ma sul taccuino di tantissimi club, su tutti Juventus e Inter. I bianconeri potrebbero girare la seconda metà di Immobile al Genoa pur di arrivare al giocatore.

Altre comproprietà riguardano Sorensen, tra Bologna e Juventus, e Khrin tra Bologna e Inter.

Sempre i nerazzurri devono decidere cosa fare con il portiere Viviano, in comproprietà con il Palermo.

Il presidente Preziosi avrà un gran da fare per quanto riguarda la comproprietà di Kucka con l’Inter, di Caracciolo col Brescia e di Kharja con la Fiorentina. Ma non finisce qui perchè c’è ancora Merkel, che è a metà col Milan e potrebbe essere riscattato interamente nell’affare che porterà Acerbi in rossonero, con quest’ultimo che dovrà essere a sua volta riscattato dal Chievo.

Altre questioni in bilico sono quelle relative a Morimoto (Catania o Novara), D’Agostino (Siena o Udinese) e Lazzari (Fiorentina o Cagliari).

Infine, non dovrebbero esserci problemi con il Cesena per la Juventus per quanto concerne la comproprietà di Giaccherini.