Positano Teatro Festival, è di scena la IX edizione

Ripartito il Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello, la rassegna diretta da Gerardo D’Andrea che offre uno sguardo sulla drammaturgia contemporanea, italiana e straniera.
Nove le edizioni per il Festival, che quest’anno festeggia moltiplicando anche i palcoscenici.

Il Festival che si snoda in tanti luoghi simbolo del Comune – dichiara il Sindaco di Positano, Michele De Lucia – rappresenta non solo un formidabile e necessario impegno per la cultura ma anche uno straordinario strumento di marketing territoriale per ampliare le rotte del turismo ed offrire nuovi incomparabili scorci del nostro territorio“.

Il 29 luglio c’è stata l’inaugurazione della rassegna, la kermesse prosegue fino al 10 agosto con tanti appuntamenti.
C’è un doppio filo conduttore quest’anno – spiega il Direttore Artistico Gerardo D’Andrea – il nostro tradizionale Festival che vuole dare spazio, voce ed opportunità alla nuova drammaturgia contemporanea italiana (in cartellone abbiamo più di un autore under 30), e poi gli spettacoli in musica, ce ne saranno ben tre, che rappresentano invece una novità.”

Questi i prossimi appuntamenti:
Il 1 agosto, al Teatro Giardino, Mariano Rigillo in scena con “Ferito a Morte”, regia di Claudio di Palma (ore 21).
Il 2 agosto, il Festival si sposta nell’incantevole Borgo di Nocelle, dove Gigi Savoia e Maria Basile Scarpetta presentano “Ditegli sempre di si” di Eduardo De Filippo, con la regia di Maurizio Panici (ore 21).
Il 3 agosto arriva a Positano “Gomorra” tratto dal best seller di Roberto Saviano nell’adattamento dello stesso Saviano e di Mario Gelardi con Ernesto Mahieux, Ivan Castiglione, Giuseppe Miale Di Mauro e la regia di Mario Gelardi(ore 21).
Il 4 agosto al Teatro Giardino, l’atteso spettacolo “Ti racconto il 10 maggio: l’epopea di Diego Armando Maradona”, di Maurizio de Giovanni, protagonista Peppe Miale, regia di Massimo De Matteo, dopo il successo di “Juve – Napoli 1 a 3, la presa di Torino” (ore 21).
Il 5 agosto ancora al Teatro Giardino Igor Esposito, autore rivelazione della nuova drammaturgia italiana, presenta “Radio Argo”diretto e interpretato da Peppino Mazzotta (ore 21).
Il 6 agosto al Teatro Giardino la Serata di Gala per il Premio Annibale Ruccello, il drammaturgo di Castellammare di Stabia scomparso nel 1985 a soli 30 anni. Nelle scorse edizioni, il riconoscimento è stato assegnato, tra gli altri, a Isa Danieli, Spiro Scimone, Fausto Russo Alesi, Enzo Moscato. Quest’ultimo sarà protagonista di questa serata con la sua”Toledo Suite” spettacolo/concerto con video proiezioni firmate da Mimmo Paladino (ore 21). La terna dei vincitori – selezionata da una giuria di critici teatrali – è composta da Carmine Borrino, Peppino Mazzotta, Imma Villa. Il premio, una scultura creata da Sergio Fermariello, sarà consegnato ad uno degli attori dal sottosegretario alla Pubblica Istruzione Marco Rossi Doria.
Il 7 agosto, ancora al Teatro Giardino, prima assoluta di “Core Spezzato, spettacolo coprodotto dal Festival, scritto, diretto e interpretato da Carmine Borrino (ore 21).
Anche “La Madre” di Bertolt Brecht con Imma Villa diretta da Carlo Cerciello, finestra sulla drammaturgia straniera, in scena l’8 agosto al Teatro Giardino, è una coproduzione del Positano Teatro Festival, così come lo spettacolo del 9 agosto, in scena nella Piazzetta della Chiesa Nuova, “InCanto di Partenope” con Antonella Morea (ore 21).

La chiusura del Festival, il 10 agosto, al Teatro Giardino – testimonial della serata l’attore Patrizio Rispo – affidata per il secondo anno a “Il Teatro che verrà” ovvero a tre corti teatrali che sono stati scelti e premiati nell’ultima edizione de “La Corte della Formica”: “Crepacuore” di Erika Z.Galli, “Operazione Erode” di Claudio Buono e “Sketch & scotch” con il duo Mimatto (ore 21).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here