Roma-Lazio: il derby della Capitale e lo spettacolo di Manchester

Il Derby si sa, è una questione d’onore che va avanti da secoli. Ogni derby è differente, ma la passione con cui si vive è sempre la stessa, tanto che in questa calda domenica di settembre, due derby hanno riempito giornali e tv: il derby della Capitale e il derby di Manchester.

Roma-Lazio è stata una partita fantastica ed equilibrata, piena di emozioni ed occasioni da una parte all’altra; mentre tra Manchester City e Manchester United , la voglia di rivalsa dei Citizen sui cugini era talamente grande che la partita è stata a senso unico, con il City che ha impartito ai Red Devils una dura lezione. La partita dell’Olimpico è iniziata con i tifosi della Curva Nord che per schernire i cugini giallorossi, si sono presentati allo stadio 10 minuti dopo, esponendo un’enorme striscione con scritto “Ah dimenticavo c’è il Memorial Derby..finisco la birra e poi entro“. La Curva Sud ha risposto invece con un muro completamente giallorosso e con tanti fumogeni a dipingere grande parte della Curva.

Il derby della Capitale è stato tiratissimo, con un primo tempo di studio da parte delle due squadre, mentre in Inghilterra, il derby di Manchester dopo pochi minuti si subito sbloccato con un prodezza del Kun Aguero, sicuramente il Man of the Match. La partita del City è stata quindi subito in discesa, con lo United costretto a rinchiudersi nella sua metà campo senza poter mai praticamente ripartire. La Roma invece ha dovuto sudare fino all’ultimo per portare a casa il risultato, contro una Lazio tignosa e che ha messo in difficoltà piu volte la squadra di Garcia. Una volta però sbloccato il risultato con la prodezza di Balzaretti, la Roma ha sfiorato piu volte il gol del raddoppio davanti ad una Lazio in netta difficoltà fisica.

Da Manchester invece arrivava l’uno due devastante dei Citizens, che al 56 minuto si trovavo già 4-0. Il bellissimo gol di Rooney all’85’ ha reso meno pesante una sconfitta, che analizzata al microscopio, ha visto un City nettamente superiore al livello tecnico, fisico e mentale. Dall’altra parte, il gol di Ljajic su rigore ha chiuso defitivamente i giochi di un derby bello, ma nel finale nervoso, come dimostra anche l’espulsione di Dias, per dovere di cronaca molto generosa.
Due grandi derby quindi, vinti dalle squadre che hanno mostrato il miglior gioco, oltre alla miglior forma fisica. Garcia ha battuto Petkovic, ma Pellegrini ha schiantato Moyes sotto tutti i punti di vista.

Alla fine però ha vinto lo sport, con due partite che ci hanno regalato grandi emozioni e tanto divertimento, perchè in fondo è questo che ci auguriamo sempre di poter vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *