Europei volley 2013: Impresa Italia, oggi finale con la Russia

Splendida impresa della nazionale azzurra agli europei di volley 2013. Gli uomini di Berruto, dopo un primo set in affanno, ricominciano a macinare gioco e vincono senza troppe difficoltà contro una buona Bulgaria. Alzi la mano chi avrebbe scommesso su questa nazionale dopo la brutta sconfitta col Belgio, che ha costretto gli azzurri a giocare i quarti di finale altrimenti evitati. Eppure proprio da quella sconfitta è iniziata la rivincita, merito soprattutto di un gruppo che ha dimostrato di possedere una grande forza mentale. La dimostrazione si è avuta proprio contro la Finlandia nei quarti, quando un primo set perso malamente poteva costare caro. Invece i successivi tre set sono stati dominati dall’Italia, trascinata dalla rivelazione Vettori e da uno Zaytsev implacabile.

L’inizio di partita contro i bulgari ha ricalcato fedelmente quello della partita precedente: un inizio difficile (parziale di 16 a 7 degli avversari) con Berruto costretto a richiamare Zaytsev in panca. La situazione non cambia anche perchè Savani, ancora alle prese con i postumi dell’infortunio, non è incisivo come dovrebbe e gli errori sono troppi.
Il 19 a 25 costringe il mister azzurro a cambiare qualcosa: fuori Savani, dentro Parodi (anche lui non al 100%). La partita è dura, gli avversari si portano sul +3 (17 a 14), ma a questo punto viene fuori tutto il carattere dell’Italia. Si arriva sul 22 pari, e una ricezione miracolosa dello “Zar” Zaytsev lancia il parziale decisivo che premia lo sforzo complessivo della squadra.
Il terzo set è un monologo azzurro, una sinfonia guidata da un Birarelli strepitoso, dai soliti Zaytsev e Vettori e da una ricezione quasi perfetta. L’ultimo set è un po’più combattuto, ma la sicurezza acquisita dall’Italia è difficilmente scalfibile e le consente di chiudere definitivamente la partita.

Oggi alle 18 c’è l’ultima montagna da superare, probabilmente la più alta e ripida. I russi, campioni olimpici in carica, proveranno a replicare i successi recenti, ma l’Italia vista nelle ultime partite è attrezzata per scalare qualsiasi vetta.

[Foto: www.repubblica.it]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *