Apple mette la firma sull’autografo digitale

Nell’era degli eBook e dei file digitali, ognuno può scaricare quello che vuole quando vuole a prezzi molto vantaggiosi. Non si spreca più tempo per andare nelle librerie, girare fra gli scaffali e acquistare ciò che ci ispira di più. Basta accendere un pc o un tablet ed ecco che la libreria si trasforma in un sito e-commerce o in un applicazione.

Mentre la gente inizia a sentire la malinconia dei libri “non digitali” ecco che Apple stupisce depositando un nuovo brevetto. Non potendo ricreare l’odore caratteristico delle pagine di un libro ha voluto comunque offrire un elemento importante per gli appassionati di lettura. Con questo nuovo brevetto infatti sarà possibile avere la propria copia scaricata da iBook autografata dall’autore in persona.

Questo è un grande passo per Apple: sarà possibile autenticare e rendere unico un pezzo prima reperibile a tutti. Naturalmennte, per rendere efficace questo brevetto, gli autografi saranno certificati da iBooks Author che garantirà l’autenticità, in modo da evitare falsi. La certificazione verrà poi conservata attraverso iCloud, in modo che l’utente possa disporne su ogni dispositivo, legandolo così al prodotto scaricato.

Il meccanismo di autografo digitale funziona utilizzando due applicazioni diverse. L’autore, per firmare la copia ai suoi fan, dovrà creare un file in una particolare app. Una volta creato il file verrà trasferito agli utenti che lo richiedono, utilizzando wi-fi o bluetooth. Il fan potrà successivamente utilizzare iBook Author per certificare l’autenticità della firma e inserire la stessa all’interno di un testo o cd precedentemente acquistato.

L’autografo digitale non si limita solamente ai libri, ma a tutto ciò che è possibile acquistare su itunes, compresi cd, film, brani musicali e dvd. Inserito l’autografo apparirà una pagina bianca in più posizionata dopo la copertina del libro o del prodotto acquistato, con la firma e la dedica se presente. Apple inoltre sta lavorando ad un sistema di trasferimento da autore a fan attraverso la messaggistica istantanea.

Le polemiche sorte sono molte e seguono il filo di quelle nate in precedenza e riguardanti l’inserimento delle impronte digitali nel nuovo IPhone 5S. Apple sta cercando di correggere alcuni bug per rendere completamente sicura l’autenticazione degli autografi, facendo gestire il tutto dal dispositivo dell’autore o direttamente dal negozio online (iTunes o iBook), in modo che gli utenti non possano interagire alterando le certificazioni.

Apple mira a creare prodotti di qualità, che sappiano differenziarsi da tutto ciò che si trova al momento sul mercato tecnologico, riuscendo perfino a stupire nel perseguimento di questa mission. A farglielo notare ieri l’UE, ed in particolare il Comitato Europeo per il Mercato interno, che si è espresso contro agli alimentatori forniti da Apple, che secondo la Commissione aumenterebbero i prezzi del prodotto e i rifiuti tecnologici, in quanto i caricabatterie, pur avendo inserito un cavo USB da un lato, sono compatibili solo con iPhone.

I dispositivi Apple cercano di centrare al massimo obiettivi quali il design e l’unicità. Con l’autografo digitale non solo si avrà accesso all’eccellenza hardware di Apple, ma anche a quella delle opere, libri o musica che sia, completamente uniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *