Wi-Fi libero per gli esercenti: internet gratis grazie a Facebook e Cisco

Facebook e Cisco si sono accordate per sviluppare un progetto che ha l’obiettivo di portare internet free presso tutti gli esercenti che vorranno aderire al progetto Facebook Wi-Fi. Il progetto è già in fase di sperimentazione in America. Gli esercizi commerciali su cui puntano principalmente le due aziende sono alberghi e ristoranti, ma in un secondo momento il progetto è destinato anche a bar ed altri negozi.

Gli esercenti che decideranno di aderire riceveranno un router “Facebook Wi-Fi”, dopodiché le due società prenderanno in carico le spese e monteranno l’impianto all’interno dei vari negozi ed esercizi. Una volta attivato l’impianto, i clienti che effettueranno l’accesso ai social network in queste strutture saranno tenuti a condividere l’attività “Facebook Wi-Fi” sulla loro bacheca e poi potranno usare liberamente il social network.

Tutti trarranno profitto da questo progetto: i clienti potranno navigare in internet gratuitamente in alberghi e ristoranti, mentre Facebook e Cisco avranno pubblicità garantita. Ma cosa ci guadagneranno i titolari dei punti vendita e degli esercizi commerciali che aderiranno al progetto?
La risposta sta nel social network: in base all’accordo che è stato raggiunto, Facebook fornirà ai negozianti i dati riguardo agli interessi principali dei loro clienti, basandosi sulle pagine seguite e sugli interessi legati ai vari account.

Per realizzare tutto questo progetto verrà utilizzata la nuova versione di “Cisco CMX for Facebook WiFi” un software già in uso in Florida.
E proprio dalla Florida arrivano i primi risultati delle sperimentazioni in atto, cioè dai 25 impianti Router Cisco Meraki già montati in Hotel e ristoranti. In pochissimi giorni sono addirittura triplicati gli accessi con account Facebook legati a “Facebook Wi-Fi”.

Visti i risultati incoraggianti della prima fase di sperimentazione, le due aziende ora hanno voglia di espandere la loro idea in tutta l’America e, perché no, anche al resto del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *