Milan senza paura, contro il Barça finisce 1-1

Nella conferenza stampa della vigilia di Milan-Barcellona i giornalisti avevano domandato ad Allegri se si sarebbe accontentato di un pareggio, ma il Conte Max non aveva risposto, dicendo che i rossoneri avrebbe fatto la loro gara senza alcun timore reverenziale. E così è stato, anche se alla fine è arrivato proprio un pareggio per 1-1 che, tutto sommato, accontenta entrambe le compagini.

Il Milan parte fortissimo nel primo tempo, merito del duo brasiliano Kakà-Robinho. Il Diavolo porta subito pressione ai palleggiatori blaugrana che vanno in grande difficoltà nei primi minuti di gara. Robinho scatenato, prima serve Muntari che segna, ma il guardalinee sbandiera il fuorigioco. Il vantaggio arriva pochi minuti dopo proprio grazie a Robinho, che sfrutta un’indecisione di Mascherano e Piquè e batte Victor Valdes. La reazione del Barcellona non è veemente, ma i ragazzi di Gerardo Martino riescono a trovare il pareggio nell’unica occasione concessa dai rossoneri: il Barça recupera palla a centrocampo con Xavi, lo spagnolo serve Neymar che trova Messi solo in area e per la Pulga è un gioco da ragazzi battere Amelia.

Secondo tempo equilibrato: poche occasioni da una parte e dall’altra, con il Barcellona che gestisce il possesso del pallone e il Milan che si difende per poi ripartire in contropiede. Le occasioni latitano, Barça pericoloso in un paio di circostanze con Iniesta e Adriano, ma l’occasione più limpida se la crea Muntari, che solo davanti a Valdes si fa recuperare da Piqué. Dopo lo spavento anche il Barcellona preferisce non esporsi troppo e il Milan non rischia più fino al 90′.

Ottima prova di carattere della squadra di Allegri, che si porta a 5 punti in classifica e mantiene a 2 punti di distanza il Celtic, vittorioso in casa contro l’Ajax. La qualificazione non è ancora in tasca, ma è sicuramente più vicina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *