Real Madrid: 7-3 al Siviglia, polemica Ronaldo e lacrime Ancelotti

Il Real Madrid e Ancelotti dovevano dare delle risposte dopo la sconfitta patita nel Clasico di sabato, e ieri è arrivata una grande risposta alla vittoria del Barcellona contro il Celta Vigo. Le merengues vincono e convincono, stracciando il malcapitato Siviglia con un pirotecnico 7-3 e rimangono a 6 punti di distanza dalla capolista.

Il tema più importante della serata, però, non è la quantità industriale di gol realizzati o la convicente vittoria dei galacticos. O meglio, questi sono elementi che fanno da contorno alla show di CR7, Cristiano Ronaldo. Il portoghese ex Manchester United realizza 3 gol (al 32′, al 60’e al 71′ ndr), salendo a quota 11 in campionato, e in occasione della prima segnatura (su calcio di rigore ndr) esulta in maniera polemica nei confronti del presidente della FIFA, Joseph Blatter che, durante una conferenza all’Università di Oxford, lo aveva definito ironicamente come un “comandante” in campo: mano destra sulla fronte e messaggio chiaro e forte spedito al mittente. Tutto l’ambiente madridista si è dimostrato solidale con il fuoriclasse portoghese, sostenendolo ed incitandolo molto più del solito, dal riscldamento pre partita fino al termine del match.

Sconfinando dal calcio giocato, è doveroso sottolineare anche un altro episodio, molto più umano e toccante, che ha a che fare con il Real Madrid. In particolare con il tecnico dei blancos, Carlo Ancelotti, che è intervenuto durante una trasmissione radiofonica iberica El partido de las 12, dove ha parlato di Stefano Borgonovo e della sua malattia, la SLA, che lo ha condotto alla morte lo scorso 27 giugno:

Borgonovo ha avuto questo problema quando ha smesso di giocare, ma ha lottato molto” ha dichiarato Ancelotti e subito dopo non è riuscito a trattenere le lacrime, visibilmente scosso e provato da quell’argomento. I due, legati da un rapporto di profonda amicizia, sono stati compagni di squadra nel Milan per una stagione (1989-90 ndr), conquistando una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale e una Supercoppa Europea UEFA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *