Paolo Ruffini, da attore e doppiatore, a regista

Uscirà il 21 Novembre nelle sale cinematografiche il primo film di Paolo Ruffini da regista, “Fuga di cervelli”. E’ la prima volta che l’attore e doppiatore livornese si cimenta nella regia di un film che lui stesso definisce adatto a chi ‘si sente sfigato ma vuol ridere’.

Ruffini si è ispirato all’omonimo film spagnolo “Fuga de cerebros”, e lo ha riscritto con la collaborazione di Guido Chiesa e Giovanni Bognetti. E’ costato due milioni di euro ed è stato prodotto da Maurizio Totti e Alessandro Usai per Colorado Film e Medusa.

Ruffini interpreta il protagonista Alfredo, un giovane ragazzo non vedente e amico di Emilio (Luca Peracini). Gli altri personaggi hanno delle caratteristiche ben precise: Lebowsky(Guglielmo Scilla), venditore di granite e di marjuana a scopo terapeutico; Franco l’intellettuale (Frank Matano); Alonso (Andrea Pisani), un ragazzo costretto su una sedia a rotelle, amante delle donne; e infine la bella Nadia(Olga Kent).

Emilio è perdutamente innamorato di Nadia, e insieme al suo gruppo di amici si reca a Londra, dove la ragazza frequenta un’università inglese. Arrivati lì accade di tutto: situazioni paradossali si presenteranno loro in ogni occasione e la fortuna non è sempre dalla loro parte, anzi, molte volte accade il contrario.

Emilio e Nadia riusciranno a ricongiungersi? E’ questo il fulcro dell’intero film, spesso bisogna allontanarsi per ritrovarsi. L’assenza, la maggior parte delle volte, ci fa comprendere davvero l’importanza di una persona e la necessità che nutriamo per essa. E’ quando perdiamo una persona che desideriamo poi averla vicino.
Tutto si svolge in modo ironico e per casi fortuiti, che non sempre seguono la libera linearità.

Il film vuole lasciare un messaggio per questo mondo che vive una crisi ormai da tempo: l’ottimismo è l’elemento cardine di tutto.
Tutto il cast ha amato Ruffini, per la completa libertà che ha lasciato agli attori di interpretare le parti, in modo da renderle proprie e meno recitate.
Reso celebre da Mtv,tra cui Mtv Mobile, Ruffini adesso vi aspetta al cinema, con l’entusiasmo di continuare questo cammino da regista a livelli sempre più alti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *