Spike Lee e il suo Oldboy: un remake d’autore

Nel 2003, Park Chan-wook scioccò il mondo con Oldboy, sequel di Sympathy for Mr. Vengeance e predecessore di Lady Vendetta, all’interno proprio della “trilogia della vendetta”. Dieci anni dopo, un altro maestro, Spike Lee, ripropone sul grande schermo un remake a stelle e strisce del capolavoro del regista sudcoreano.

Cambiando location ma mantenendo intatto il plot originale, Lee ha scelto Josh Brolin (Non è un paese per vecchi, Wall Street 2) per il ruolo del protagonista Joe Doucett (Oh Dae-su nel film di Park), dirigente pubblicitario che viene rapito e tenuto segregato in una stanza per venti lunghissimi anni. Dopo l’inaspettata e improvvisa liberazione, Joe viene contattato dal misterioso individuo che lo ha tenuto prigioniero (interpretato da Sharlto Copley, visto in District 9 ed Elysium), che lo costringerà, innescando un meccanismo torbido e pericoloso, a fare i conti con un terribile avvenimento accaduto molti anni prima. Nel cast di Oldboy troveremo anche Elizabeth Olson e Samuel L. Jackson.

Della lavorazione del remake della pellicola di Park si vociferava addirittura nel 2004, ma inizialmente senza risvolti concreti. Un passo avanti arriva nel 2008, quando la Dreamworks e la Universal acquisiscono i diritti per il rifacimento statunitense: in quel periodo erano insistenti le voci che volevano Spielberg dietro la macchina da presa e Will Smith come protagonista. Per via però di una causa intentata dal’editore giapponese del manga da cui è tratto il film (Futubasha), il progetto venne messo da parte, per poi venir ripreso solo nel 2011 dalla Mandate Pictures, che selezionò appunto Spike Lee per la regia e Mike Protosevich (Io sono leggenda, Thor) come sceneggiatore.

Dopo Red Hook Summer (mai giunto in Italia) e Miracolo a Sant’Anna, Spike Lee torna dunque al thriller, genere in cui aveva ben figurato con Inside man nel 2006.
Per sapere se il suo Oldboy sarà all’altezza dell’originale, dovremo aspettare il 5 dicembre, mentre negli States l’opera uscirà il 27 novembre.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cvEBV8NdEcY[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *