Pier Silvio Berlusconi a cuore aperto: “Le avevo detto addio”

Pier Silvio Berlusconi ha raccontato del dramma vissuto in prima persona e della decisione irrevocabile presa. Poi il cambio di idea

Pier Silvio Berlusconi e Silvia Toffanin
Pier Silvio Berlusconi e Silvia Toffanin (Getty Images)

Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato di Mediaset, vive con la sua famiglia in una villa a Portofino, in Liguria. Lontano, dunque, dal caos della città milanese e soprattutto vicino al mare.

Una scelta di vita condivisa fin da subito dalla sua compagna, Silvia Toffanin, che gli ha donato due bambini, Lorenzo Mattia e Sofia Valentina, i pupilli di nonno Silvio. Sono, quindi, Pier Silvio e la Toffanin che diventano pendolari quando impegnati a Milano e dintorni.

Berlusconi, infatti, è impegnato stabilmente con l’azienda di famiglia ed i suoi uffici sono a Cologno Monzese. Nel comune lombardo anche gli studi televisivi dove la Toffanin registra le puntate di Verissimo, il rotocalco in onda al sabato pomeriggio.

Già, ma perché scegliere Portofino? Celebre località rinomata nel mondo per il suo mare e le bellezze, il piccolo comune ha solo 372 residenti e la famiglia Berlusconi può vivere al riparo da occhi indiscreti e lontano dal gossip.

C’è, però, un’altra situazione che ha fatto scegliere alla coppia la meta marina. Pier Silvio ha, infatti, una vera e propria passione per le barche. In Liguria, può quindi coltivare questo amore andando sul suo scafo insieme a compagna e figli.

Lo spavento più grande dell’Ad

Pier Silvio Berlusconi
Pier Silvio Berlusconi (Getty Images)

E proprio un evento decisamente traumatico aveva spinto Pier Silvio a dire addio per sempre alla sua passione e, soprattutto, alla sua imbarcazione. E’ lo stesso Ad a raccontarlo ai microfoni di Tv Sorrisi e Canzoni.

Berlusconi ha ancora vivido il ricordo della terribile mareggiata dell’anno scorso. Il maltempo incessante, ma soprattutto una sorta di evento naturale catastrofico che mise in ginocchio l’intero comune, spazzando via barche ma anche strade.

Portofino, per qualche mese, rimase addirittura isolata dal resto del mondo per la distruzione dell’unica strada di uscita dal Paese. Una tragedia a cui fu posto rimedio ricostruendo la via, anche grazie alle donazioni di Berlusconi.

Il figlio dell’ex Presidente del Consiglio, però, uscì con le ossa rotte da quella esperienza. Fu infatti “toccato” in prima persona dalla tragedia, con la distruzione della barca che teneva ormeggiato al porto.

Lo spavento fu talmente grande che decise di riporre per sempre in un cassetto la sua passione. Fu Lorenzo Mattia, il suo primogenito, a fargli fare retromarcia. Raccontò al padre come i ricordi più belli della famiglia erano legati proprio all’imbarcazione ed alle vacanze trascorse su di essa.

Portofino distrutta
Portofino distrutta (Getty Images)

Parole che evidentemente hanno lasciato il segno nel cuore e nella mente di Berlusconi che quindi ha deciso di soprassedere alle sue intenzioni.