Covid, Paolo Del Debbio processa la Cina: “Virus creato in laboratorio”

Paolo Del Debbio avanza pesanti dubbi sulla provienza del Coronavirus e si interroga se questo sia stato realmente creato in laboratorio o meno

Del Debbio (Immagine da Twitter)

Il Coronavirus continua ad essere una minaccia mondiale, con gli stati costretti a dure restrizioni e lockdown nazionali. Una situazione che preoccupa sotto tutti gli aspetti, da quello salutare a quello economico. Però, Paolo Del Debbio sembrerebbe nutrire ancora forti dubbi sulla reale provenienza del virus. Infatti, durante la trasmissione da lui condotta ‘Dritto e Rovescio’, il conduttore torna a ripensare al fatto che il virus sia nato in laboratorio a Wuhan. Nel ragionamento esposto dal presentatore, qualcosa sembrerebbe non tornare. Ciò che ci è stato detto per mesi continua a destare seri dubbi.

Paolo Del Debbio espone i suoi dubbi sul Coronavirus: “OMS mai riunita”

Del Debbio (Immagine da Twitter)

Continua a condurre il suo programma ‘Dritto e RovescioPaolo Del Debbio, senza mai mettere da parte il suo lato più aggressivo e polemico, che lo caratterizza come conduttore. Durante l’ultima puntata della trasmissione, il presentatore rivela i propri dubbi sulla provenienza del Coronavirus, che fino ad ora ci hanno rivelato. Infatti, secondo lui, anche se ci è stato detto che il virus è nato in un laboratorio di Wuhan, qualcosa non tornerebbe. Infatti, rivela che quando il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha avanzato le sue perplessità ed ha chiesto all’Organizzazione Mondiale della Sanità di indagare, ma l’OMS non si è mai riunita per farlo. Questo naturalmente ha destato molti sospetti su ciò che fino ad oggi ci è stato detto. “Qualche dubbio ad uno gli viene ed è giusto chiederselo”, queste le parole del conduttore durante la trasmissione, mentre espone il quesito agli ospiti in studio.