Covid, uso del vaccino AstraZeneca sospeso: il motivo

La Danimarca ha sospeso l’uso del vaccino covid AstraZeneca. Ritirato il lotto in via precauzionale anche in Italia, si attendono aggiornamenti dall’Aifa: le motivazioni

Vaccino Covid-19
Vaccino Covid-19 AstraZeneca (Getty Images)

La Danimarca ha sospeso, in via precauzionale, il lotto ABV2856 del vaccino covid AstraZeneca. Una decisione arrivata dopo diverse segnalazioni di eventi gravi, in concomitanza della somministrazione in alcuni soggetti. Si parla nel dettaglio di grave coagulo di sangue, in alcuni pazienti dopo la somministrazione. Tutto il vaccino è stato ritirato, e non solo il lotto – preso in esame – come in Italia.

In Inghilterra rassicurano sul vaccino, che l’UK ha utilizzato sulla metà della popolazione finora vaccinata (23 milioni di persone). Anche l’Aifa – in via precauzionale – ha deciso di disporre lo stop del lotto del vaccino, sul tutto il territorio nazionale italiano. Continua il coordinamento con l’EMA, per la decisione su ulteriori provvedimenti. In ogni caso, il ritiro è avvenuto soltanto in maniera precauzionale.

Danimarca sospende vaccino AstraZeneca: in corso le verifiche

vaccino covid
Dosi vaccino Covid (fonte: Pixabay)

Sia l’Aifa che l’Ema stanno effettuando le verifiche del caso. Al momento, secondo quanto riportato dalle varie agenzie, non ci sarebbe alcuna correlazione diretta tra il coagulo segnalato da alcuni pazienti sottopostisi al vaccino, e il coagulo. “Non è stato stabilito alcun nesso di causalità”, scrive l’Ansa.

La situazione in ogni caso è da monitorare. L’Istituto Superiore della Sanità visualizzerà il lotto, per analizzarlo e studiare le possibili correlazioni. Islanda Norvegia e appunto Danimarca, a differenza dell’Italia, non hanno sospeso solamente il lotto, ma tutte le somministrazioni di AstraZeneca, nonostante le rassicurazioni dei produttori. Le autorità danesi in ogni caso, sono intervenute dichiarando che fino a questo momento non vi è  un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue diretto.