Nuovo Decreto, come cambiano i colori dell’Italia: 10 regioni in zona rossa

Il Nuovo Decreto firmato dal premier Draghi sarà valido da lunedì: nuove restrizioni per l’Italia, 10 regioni in zona rossa. Pasqua blindata

premier Mario Draghi
Il Presidente del Consiglio Mario Draghi (Getty Images)

L’Italia sempre più chiusa. La pandemia da Covid accelera inesorabile, colpa anche delle varianti più aggressive e contagiose, su tutte l’inglese, ed il governo non può che prendere provvedimenti necessari per porre un freno a tutto ciò. Il premier Draghi, quasi sull’onda lunga del suo predecessore, non ha potuto far altro che stringere ulteriormente la morsa.

A differenza di quanto accadeva con Conte, è stato firmato un Decreto Legge e quindi non un Dpcm che vedrà tre settimane di restrizioni, Pasqua compresa. I nuovi provvedimenti entreranno in vigore da lunedì e sarà un’Italia più rossa, con 10 regioni in zona rossa compresa la provincia autonoma di Trento e le altre in arancione, ad eccezione della Sardegna che resta in bianco. Nei tre giorni festivi pasquali – sabato, domenica e lunedì dell’Angelo – invece, sarà zona rossa per tutta l’Italia.

Già, ma cosa si potrà fare? Sicuramente non ci si potrà spostare tra regioni, salvo per motivi di salute, lavoro ed urgenze compilando l’autocertificazione e confermato anche il coprifuoco dalle 22 alle 5 anche se resta la raccomandazione di non lasciare l’abitazione se non per i soliti motivi.

Nuovo Decreto, zone arancioni e rosse: cosa si può fare?

Nuovo Decreto lockdown
Nuovo Decreto lockdown (Getty Images)

In zona arancione sono ammessi solo gli spostamenti necessari ma si potrà sempre rientrare nel luogo in cui c’è la residenza o il domicilio. Vietati anche gli spostamenti fuori comune se non per motivi di salute o lavoro. E’ consentito anche lo spostamento presso una sola abitazione privata, per un massimo di due persone all’infuori dei minori di 14 anni e persone disabili.

Bar e ristoranti chiusi, con asporto fino alle 18 per i primi e le 22 per gli altri, mentre la consegna a domicilio è sempre consentita, stesso modus operandi anche per la zona rossa. I negozi, invece, sono aperti nei giorni feriali.

Decreto piazza vuota
La piazza di San Marco vuota (Getty Images)

In zona rossa, invece, ancor più restrizioni, a partire dai negozi, rigorosamente chiusi ad eccezione dei tabaccai, farmacie e quelli alimentari e di prima necessità. Ogni spostamento dentro e fuori dai comuni è vietato se no per motivi di salute o lavorativi mentre è consentito il rientro al proprio domicilio o luogo di residenza.