Le teiere Yixing

Realizzate in terracotta, utilizzando un mix di argille che una volta cotto diventa di straordinaria durezza e resistenza, sono teiere in genere di piccole dimensioni che vengono usate anche nel corso del Gong Fu Cha, ovvero la cerimonia cinese del te’.
In particolare, la teiera da Gong Fu Cha dovrebbe essere grande come la mano di un uomo.

Le terrecotte di Yi Xing vengono prodotte da tempi remoti: la città vanta una lunga tradizione nell’arte ceramica risalente al 2500 a.C. La leggenda narra che sia stato un monaco di un tempio a fare la prima teiera opaca di zisha, ossia di sabbia di porpora agli inizi del1500. Si scoprì allora che quel materiale tratteneva di più il calore rispetto alla porcellana e così le teiere si diffusero presto in Giappone e in Cina.

In passato e ancora oggi se ne producono delle forme più originali, a fiore di loto, di frutta, di narciso o di fusto di bambù, ma se ne trovano anche di molto semplici tali da risaltare la naturale bellezza del materiale. Il loro grado di rifinitura è veramente notevole ed è considerata importante la porosità del materiale, che trattiene il “ricordo” del tè che è stato preparato. Le teiere Yixing sono per questo molto apprezzate tra gli estimatori. Tuttavia è necessario un pò di tempo affinché una nuova teiera acquisisca la patina che conferisce al tè un sapore molto particolare.

Si consiglia di riservare la teiera a un solo tipo di tè proprio per la porosità e capacità di trattenere il “ricordo”.