Ospedale: anche i cani possono far visita ai malati

Il legame affettivo che unisce un essere umano ad un cane, spesso va ben oltre un qualsiasi rapporto affettivo che lega due persone. In passato durante i periodi di degenza in ospedale, questi fedeli amici erano totalmente esclusi da una qualsiasi visita in ambito ospedaliero; oggi però questa realtà potrebbe cambiare. E’ recente, una sentenza di un tribunale che ha asserito quanto segue: “Il sentimento per gli animali costituisce un valore e un interesse garantiti dalla Costituzione”.

Questo passaggio fa parte di una sentenza pronunciata da un giudice del tribunale di Varese, al quale si era rivolta un’anziana signora che per motivi di salute era costretta a rimanere in un letto di ospedale in attesa di guarire; dopo ripetute richieste inviate agli addetti ospedalieri, nelle quali chiedeva insistentemente di poter ricevere la visita in ospedale del suo cane, e vedendo la sua richiesta sempre rifiutata con appellativi inerenti a motivi igienici sanitari; la donna ha pensato di rivolgersi in altra sede, appunto quella giudiziaria affinché le fosse concesso il diritto di poter vedere il suo adorato cane in ospedale.

Si tratta di un riconoscimento importante per il soggetto malato che abbia bisogno della presenza di tutte le sue parti affettive, compresa quella degli animali da compagnia come il cane. Un rapporto riconosciuto anche dal nostro parlamento che vede il fedele amico alla pari di un qualsiasi parente che giunge al capezzale del suo familiare con l’augurio di pronta guarigione. Il fatto è avvenuto a Varese per effetto del Giudice Giuseppe Buffone; un evento che ha certamente creato un precedente e che si spera possa presto anche permettere questa possibilità in tutte le altre unità ospedaliere del nostro stivale.

Gli animali sono entrati a far parte della vita quotidiana di molte famiglie ma cosa ancora più importante, è che è stata riconosciuta ed è applicata sempre in ambito ospedaliero la Pet-Therapy; una forma di terapia che avviene proprio grazie all’aiuto e al supporto affettivo e comportamentale degli animali adibiti e idonei a questa particolare forma di terapia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here