Cassa integrazione: tiraggio sempre sotto il 50%

Continua a mantenersi sempre al di sotto del 50% il cosiddetto tiraggio della cassa integrazione, ovverosia il rapporto tra il numero di ore di CIG effettivamente utilizzate e quelle complessivamente richieste dalle imprese. A confermarlo è stato l’Istituto Nazionale per la Previdenza sociale (Inps) nel fornire i dati sul tiraggio della CIG da gennaio ad ottobre del 2011 con una percentuale pari al 47,77%.

Numeri alla mano questo significa che su un totale di 812 milioni di ore di cassa integrazione autorizzate nei primi dieci mesi del 2011, meno della metà, e per la precisione 388 milioni di ore, sono state poi in realtà utilizzate. In base a questo andamento, stando anche a quanto dichiarato dal Presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua, è lecito attendersi per l’intero 2011 un calo del 25% delle ore di cassa integrazione utilizzate rispetto all’anno 2010. Siamo inoltre ben lontani dal tiraggio del 61% che c’era stato nel 2009, anno in cui la crisi aveva generato i maggiori effetti negativi sul mercato del lavoro in Italia.

Riguardo invece alle ore richieste ed autorizzate di cassa integrazione nel 2011, c’è stato un calo anno su anno del 20,8% con tendenza al ribasso più pronunciata a livello congiunturale nell’ultimo mese dell’anno. A dicembre 2011, infatti, le ore autorizzate di cassa integrazione sono crollate del 24,3% rispetto al mese precedente. In calo, con un -19,6%, a novembre 2011 si sono attestate anche le domande di mobilità a quota 7 mila rispetto alle 8.700 dello stesso mese dell’anno precedente. Nello stesso mese per le domande di disoccupazione c’è stato invece un leggero aumento del 2,7% a quota 126 mila rispetto alle 123 mila del mese di novembre del 2010.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here