Problemi per i Fleet Foxes: se ne va il batterista J. Tillman e nasce il side-project Poor Moon

Il batterista dei Fleet Foxes, J. Tillman, ha annunciato con un post sul suo Tumblr di avere lasciato la band di Seattle.

“Torno nelle fauci spalancate dell’oscurità”, ha scritto il musicista nel suo messaggio d’addio, specificando che il concerto di questa sera a Tokyo sarà l’ultimo che suonerà con il gruppo. Tillman si è anche scusato con i fan per “essere stato distante e ottuso quando ci siamo incontrati”, e ha dichiarato di volersi concentrare sul suo prossimo album solista, che uscirà con il moniker Father John Misty.

Tillman ha infatti mantenuto in questi anni una carriera parallela al lavoro con la band di Seatte, registrando sette album per piccole etichette indipendenti come Western Vinyl e Keep Recordings. Se ne va così il secondo componente più famoso della band, dopo il leader e cantante Robin Pecknold: il batterista era entrato nei Fleet Foxes nel 2008, subito prima della pubblicazione dell’eponimo album d’esordio, contribuendo in maniera decisiva al loro suono live e al secondo album Helplessness Blues, uscito l’anno scorso.

Ma l’addio del batterista non è l’unica notizia preoccupante che riguarda Pecknold e compagni: la band Poor Moon, il side-project formato dal bassista Christian Wargo e dal tastierista Casey Wescott, è stata messa sotto contratto dall’etichetta Sub Pop, la stessa label che ha contribuito al successo delle “agili volpi”. L’EP di debutto del gruppo, intitolato Illusion, sarà per i due musicisti l’occasione di sfogare i loro talenti compositivi, che fino ad ora sono stati eclissati dal leader Pecknold, autore di tutti i brani dei Fleet Foxes.

Qui sotto potete ascoltare il brano “People in Her Mind”, prima anticipazione dell’EP in uscita il 27 marzo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=FQxjk-ewjBg[/youtube]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here