Focus On The User: come dovrebbe essere Google!

Qualche giorno fa Google ha presentato al mondo intero un nuovo tipo di ricerca abbinata ai social network: si tratta di Search plus Your World. Ovviamente il servizio tende a prediligere il social network Google+ e questo era facile aspettarselo. Ma Twitter e Facebook sono due strumenti molto importanti nel campo dei social network che dispongono di centinaia di milioni di utenti e quindi non vogliono sparire dal motore di ricerca di Big G.

Il CEO di Google è stato molto chiaro quando ha risposto alle accuse di Twitter: il social network del microblogging ha rifiutato di accordarsi con Big G e quindi ora hanno ben poco da lamentarsi.

La ricerca sociale di Google si farà e quindi a chi non gli sta bene non resta che affidarsi ad altri strumenti: di motori di ricerca ce ne sono anche altri oltre a quello di Big G, come Yahoo e Bing. Ma se volete utilizzare Google Search come motore di ricerca predefinito senza influenzare i risultati in base ai vostri contatti social, potete affidarvi a Focus On The User.

Questo strumento è disponibile sui browser Chrome, Firefox e Safari ed è stato sviluppato da un team che comprende ingegneri di Facebook, Twitter e MySpace. In pratica, questo strumento vuole suggerire ai suoi utenti quello che dovrebbe essere Google: se cerchiamo un VIP che ha più follower che “cerchietti”, l’algoritmo dovrebbe preferire Twitter a Google+.

L’utilizzo di Focus On The User è molto semplice: se avete “Search plus Your World” abilitato, dovrete semplicemente salvare come preferito Focus on the user, avviare la ricerca e poi cliccare su Don’t Be Evil per vedere come dovrebbe essere effettivamente Google.

Maggiori informazioni potete trovarle sul sito ufficiale che trovate qui.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cx3-idYfY_o[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *