Fondo anticrisi: Milano, Comune riassegna contributi residui

A Milano il Comune ha riassegnato risorse per complessivi sei milioni di euro da destinare al sostegno delle famiglie e dell’occupazione. Questo a seguito dell’approvazione di due apposite delibere da parte della Giunta del Comune di Milano con riferimento al Fondo Anticrisi 2010. La priorità, con fondi a disposizione con 6,4 milioni di euro circa, viene data ai giovani che fanno fatica a trovare un lavoro, ed alle famiglie dove invece il posto di lavoro lo hanno perso a causa della crisi.

Nel dettaglio, i fondi saranno destinati a stage di qualità, a Fondi di garanzia per l’accesso al credito da parte delle imprese, ed all’emanazione di nuovi Bandi per il sostegno all’occupazione attraverso incentivi alle assunzioni ed alla stabilizzazione di lavoratori con contratti a termine. Per queste misure saranno destinati 2,2 milioni di euro circa, mentre quasi 4,2 milioni di euro dei fondi riassegnati del Fondo Anticrisi 2010 saranno utilizzati a favore di chi rischia di perdere la casa a causa della perdita del posto di lavoro.

In accordo con un comunicato del Comune, saranno concessi contributi, fino a 5 mila euro, per il pagamento dell’affitto oppure per le spese connesse all’acquisto della prima casa nel rispetto di opportuni requisiti tra cui quello di un indicatore della situazione economica equivalente (Isee) sotto i 25 mila euro. Nell’ambito di questa misura rientreranno chiaramente anche quelle coppie che, con bassi redditi, intendono costruire accedendo al bene casa i propri progetti di vita. Nel complesso con la riassegnazione dei fondi il Comune di Milano ha voluto guardare a quelle che sono sul territorio le situazioni con maggiore gravità tanto per le famiglie quanto per le imprese a causa della congiuntura sfavorevole.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here