Ricette romantiche per San Valentino: petali di rosa fritti e risotto ai petali di rosa

San Valentino, festa degli innamorati, arriverà tra qualche giorno e siamo già tutti – chi più chi meno – in cerca di idee per rendere unica e speciale la giornata ed in particolare la cena che è il momento in cui più spesso si concentra il festeggiamento delle coppie.

Si regaleranno di certo tanti fiori, rose in particolare. Ma avete mai pensato a cucinarle oltre che a regalarle? I petali di rosa si prestano benissimo a questo scopo e saranno di sicuro una sorpresa non solo piacevole ma anche romantica per l’occasione.

Un’idea potrebbe essere quella di friggere i petali di rosa in pastella e servirli poi come antipasto. Preparate la pastella con 1,5 l di acqua dove avrete diluito un cucchiaino di lievito di birra, aggiungete 120 g di farine e un pizzico di sale, amalgamate bene il tutto evitando la formazione di grumi e poi fate riposare per circa un’ora. Scegliete 3 rose, meglio se dal vostro giardino o comunque non trattate con prodotti chimici, staccate e lavate delicatamente tutti i petali e poi asciugateli. Passate questi ultimi velocemente nella pastella e poi immergetevi in olio bollente fino a quando la pastella non si è dorata. Passate su carta assorbente per togliere l’olio in eccesso, spolverizzate con un pizzico di sale e servite subito.

Altra possibilità è quella di preparare un delicato risotto ai petali di rosa. Preparate per prima cosa un po’ di brodo vegetale, poi scaldate mezzo litro di acqua e mettetevi in infusione 100 g circa di petali di rosa profumati e non trattati per qualche ora. Intanto tritate poca cipolla, fatela rosolare in un po’ d’ olio e aggiungete 200 g di riso carnaroli; fate tostare e aggiungete pian piano il brodo mescolando di continuo. A metà cottura, filtrate l’infuso di petali di rosa e bagnate il riso. Non appena quest’ultimo sarà cotto, mantecate con una noce di burro, aggiungete qualche petalo (20 g circa), parmigiano e mescolate bene. Servite poi guarnendo il piatto con qualche altro petalo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *