Maltempo in tutta Italia: morto un bimbo a Siracusa

Il gelo è arrivato e ha colpito tutta l’Italia. Da ieri la neve cade in tutto il centro-nord, nel resto d’Italia è tornata la pioggia. La Protezione Civile ha emesso un comunicato in cui avvisa dell’arrivo di un vortice “depressionato”, alimentato da aria fredda, che porterà il maltempo in tutto il nostro Paese. Viabilità Italia avverte dei possibili pericoli e invita a mettersi in viaggio solo se necessario. Autostrade per l’Italia, invece, ha bloccato il transito di mezzi pesanti superiori alle 7,5 tonnellate in Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana. Le precipitazioni si intensificheranno ulteriormente nel corso della notte.

L’abbassamento delle temperature sta creando notevoli disagi soprattutto nel Piemonte. A Torino, a causa del freddo di questa notte, sono stati chiusi alcuni reparti delle Molinette, l’ospedale più grande della città. La centrale termica dell’ospedale è in ristrutturazione e non potrà lavorare a pieno regime, perciò sono stati garantiti solo gli interventi di emergenza e i servizi essenziali, almeno fino a domenica 5 febbraio.

Le Ferrovie dello Stato hanno fatto sapere che, nelle regioni colpite dalla neve, è previsto qualche rallentamento, ma i treni continueranno a circolare regolarmente. I problemi più grossi si sono verificati in mattinata sulla direttrice tirrenica. I treni hanno subito dei rallentamenti in Toscana e in prossimità di La Spezia.

Intanto si è diffusa la notizia della morte, in un incidente stradale, di un bambino di un anno, alla periferia di Siracusa. Il bambino si trovava a bordo di un auto guidata dalla madre. La vettura è precipitata in un torrente ingrossato dalla pioggia; la donna è stata soccorsa dai passanti, ma purtoppo per il piccolo non c’è stato nulla da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *