Le proprietà del cioccolato e una romantica ricetta con il tè

Siete degli inguaribili romantici? Siete dei veri amanti del cioccolato, ma pensate che possa farvi male? Questo articolo mostra come una semplice ricetta possa sfatare alcuni miti, semplicemente acquistando i prodotti giusti. Inoltre esaudirà il desiderio di preparare con le vostre mani qualcosa di goloso, perché siete degli inguaribili romantici, restando in piena salute!

Molti ormai conosceranno le molteplici proprietà del cioccolato fondente. L’errore nel quale spesso si cade è quello di acquistare la qualità sbagliata, con un eccessiva presenza di burro e grassi, o assumerne in quantità eccessive. Allora, prima di continuare la lettura di questo articolo, è doveroso sapere che il cioccolato fondente è salutare, ma solo se si acquista il vero cioccolato fondente e non alcuni surrogati presenti in commercio e se ne mangia in quantità moderate.

Giungiamo così alle proprietà di questa delizia. Il cioccolato fondente contiene una quantità nettamente superiore di flavonoidi rispetto ad altri cibi. In particolare, il cioccolato è un alimento ricco di polifenoli (che rientrano nella famiglia dei flavonoidi), in particolare di catechine e epicatechine. La quantità totale di polifenoli varia in relazione al tipo di cacao impiegato e alla sua lavorazione. Mediamente nel cioccolato fondente si ritrovano 1-2 grammi per etto, quantità molto elevata e non reperibile nello stesso modo in nessun altro alimento, nemmeno nel tè verde, ahimè, nel vino rosso o nel mirtillo, notoriamente ricchi di questi componenti. Questa presenza suscita molto interesse perché rivela le proprietà antiossidanti del cioccolato avendo così un’ottimo influsso sulla prevenzione cardiovascolare. Il consumo di cioccolato fondente, infatti, riduce i valori pressori e la sensibilità insulinica nei pazienti ipertesi. Inoltre mangiare cioccolato fondente aiuta a ridurre i processi infiammatori. Il consumo regolare di moderate quantità di cioccolato fondente, cioè, sembra ridurre l’insorgenza di processi infiammatori.

Ma, al di là delle proprietà benefiche di questa delizia, mangiare cioccolato è un vero e proprio piacere che gratifica molti.  Importante, tuttavia, è sapere che l’industria del cioccolato amaro continua con la schiavitù e lo sfruttamento minorile. Il settore del cioccolato, infatti, occupa tantissimi minori nelle piantagioni di cacao, per cui, prima di acquistare il cioccolato, cercate il marchio fair trade, per evitare che il nostro piacere abbia il sapore della schiavitù.

Con la vostra barretta di cioccolato fondente fair trade, potreste praticare questa semplicissima ricetta, romantica e al . Il segreto sta nel come ingrediente, che amplifica le proprietà del cioccolato e dona un note uniche al cioccolato, un retrogusto erbaceo e fresco che sorprenderà il vostro palato. Come iniziare? Tutto è molto semplice.

Cosa serve, o meglio, gli ingredienti e gli utensili:
-cioccolato fondente (acquistiamo il fair trade!)
-tè, la tipologia che preferite. In abbinamento al cioccolato consiglio il tè verde, magari profumato al gelsomino, ma qui entrano in gioco i gusti personali…
-stampini per il ghiaccio a forma di cuore (per i romantici) o qualunque altra a vostra scelta
-pentolino per la cottura a bagnomaria.
Preparazione
Sminuzzate le foglie di tè. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e aggiungetevi le foglie di tè. Versate il tutto negli stampini e lasciate raffreddare per circa 30 minuti a temperatura ambiente e, successivamente, in frigorifero per almeno 1 ora. Trascorso questo tempo, estraete dagli stampini e mangiatene uno al giorno…vi coccolerà per tutta la giornata. Se desiderate, potete anche fare un regalo: in questo caso, confezionate i vostri cioccolatini fatti in casa, magari in un barattolo ermetico o in carta stagnola.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here