Sequestrato allevamento abusivo a San Pietro in Casale

Una pseudo struttura d’accoglienza per animali è stata sequestrata dai carabinieri nei giorni scorsi.

È accaduto a San Pietro in Casale, in provincia di Bologna, dove forze dell’ordine e personale del distretto Asl di Pianura hanno fatto eruzione nel casolare di proprietà di G.B., un 54enne napoletano residente a Cosenza ma domiciliato a Galliera.

Da diversi giorni i carabinieri di San Pietro in Casale avevano ricevuto segnalazioni da parte di alcuni cittadini, i quali erano preoccupati per le condizioni igienico-sanitarie degli animali “ospitati” nella struttura.

Il blitz dei carabinieri ha potuto fare luce sulla faccenda e si è scoperto che l‘uomo teneva rinchiusi in diverse gabbie circa 27 animali, tra cui 17 cani e 10 gatti. Per il proprietario è subito scattata la denuncia in stato di libertà per “detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura”.

Gli ospiti dell’allevamento abusivo, molti dei quali cuccioli, verranno a breve trasferiti in una struttura idonea individuata dall’Asl. Ovviamente si spera che almeno qualcuno di essi possa in quest’occasione essere adottato, trovando una famiglia che lo accolga nel migliore dei modi e soprattutto per sempre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here