La confessione di George Clooney

Reduce dall’ottima e convincente interpretazione del personaggio di Matt King in “Paradiso Amaro“, in inglese “The Descendants“, di Alexander Payne, presentato alla 29° Edizione del Torino Film Festival, e narrante la vicenda di un marito e padre assente, che dopo il gravissimo incidente in barca della moglie, è costretto a rivedere tutta la propria vita, e a recuperare il tempo perduto, riavvicinandosi alle sue due figlie, George Clooney ha pensato bene di rilasciare una lunga e sentita intervista per l’Hollywood Reporter, forse raccontandosi come mai prima d’ora.

Considerato dal pubblico femminile internazionale un sex symbol a tutti gli effetti, e candidato a due Oscar come sceneggiatore de “Le idi di Marzo” (2011) e come migliore attore appunto per “Paradiso Amaro“, il carismatico George di strada ne ha fatta, e il mondo del cinema sinceramente lo ringrazia, per tutti i ruoli nei quali si è saputo calare, con professionalità ed esperienza.

La scalata al successo ha inizio con la famosa serie televisiva intitolata “ER” (1994), dove indossa i panni del pediatra Doug Ross, per poi passare al cattivo Seth Geko di “Dal tramonto all’alba” (1996) di Quentin Tarantino, al dolce papà di “Un giorno per caso” (1996) insieme a Michel Pfeiffer e all’uomo pipistrello di “Batman & Robin” (1997) di Tim Burton.

Successivamente è la volta di “Out of Sight” (1998) di Steven Soderbergh, accanto alla popstar latina Jennifer Lopez, “La tempesta perfetta” (2000) di Wolfgang Petersen, dramma avventuroso, e tante altre produzioni interessanti. Dalla chiacchierata intercorsa tra lui e l’inviato del noto magazine, menzionato ad inizio articolo, è emerso che il nostro caro e buon vecchio Clooney, lamenta da tempo “dolori cronici”, dopo un incidente accaduto sul set di “Syriana” (2005), soffre di insonnia, ha un cocker nero di nome Einstein, e si sente spesso solo.

Nel corso dell’intervista al celebre attore, veniamo infine a sapere che in passato si abbandonava facilmente all’alcol, che ogni volta che una sua relazione sentimentale giunge al capolinea, è un momento terribile vissuto con estremo dolore, che l’amicizia con Brad Pitt è importante anche se non è poi così intensa, e che dopo aver divorziato dall’attrice Talia Balsam, al matrimonio non ci pensa affatto.

Concludendo, non ci resta che augurare al bravo George un proficuo lavoro, e che continui sempre a proporci sul grande schermo, valide prove recitative…

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here