Stop Udinese, col Cagliari è 0-0

Dopo le due sconfitte consecutive contro Fiorentina e Milan, l’Udinese non riesce ad andare oltre lo 0-0 casalingo con il Cagliari, che permette però alla squadra di Guidolin di raggiungere la Lazio al terzo posto.

L’allenatore dei friulani deve fare i conti con l’assenza del bomber Di Natale, oltre quelle di Pinzi, Isla e Asamoah; ai sardi manca invece lo squalificato Conti, sostituito da Ekdal.

Squadre corte e aggressive nel primo tempo, con l’Udinese che tenta di proporsi senza trovare in Floro Flores un riferimento adeguato: i pericoli arrivano dunque da un sinistro sporco di Armero che sfiora il palo e da una bella giocata di Torje che si libera per il cross, trovando la testa di Fernandes, ma il centrocampista ex Chievo non trova la porta da pochi passi. Il Cagliari si vede solo sul finire della prima frazione con una splendida girata di Pinilla che Handanovic riesce a togliere dall’incrocio. Il portiere sloveno è attento anche sulla sassata di Ekdal da distanza siderale.
Nella ripresa i sardi si limitano soltanto a difendersi aumentando l’agonismo del match  che, di conseguenza, regala pochissime emozioni. La più grande arriva su un colpo di testa da parte di Domizzi salvato sulla linea da Agostini: l’Udinese protesta per un presunto tocco di braccio da parte del rossoblu che invece la prende di spalla. Nonostante il ritorno di Barreto da una parte e l’ingresso di Ibarbo dall’altra, si chiude sullo 0-0.

Risultato che magari non accontenta Guidolin, ma consente all’Udinese di assestarsi al terzo posto e di concentrare le proprie energie sulla partita decisiva di Europa League, in programma giovedì a Salonicco. Per il Cagliari si tratta invece di un punto importante, che permette alla squadra di Ballardini di conseguire il quarto risultato utile consecutivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here