La Rai non esigerà il canone per computer e smartphone

Rischiavamo di diventare la barzelletta del Mondo anche per questo, ma il buon senso alla fine ha trionfato. I tantissimi bollettini del canone Rai, inviati ad aziende e liberi professionisti per il possesso di computer, tablet e smartphone (in teoria adattabili anche alla visualizzazione di programmi televisivi) non dovranno esser pagati.

La stessa Rai, dopo essersi consultata col Ministero dello Sviluppo Economico, ha ritirato la buffa pretesa, che faceva riferimento ad un’interpretazione di comodo addirittura di un regio decreto del 1938, quando tanta tecnologia non poteva essere neanche minimamente prevista.

Soddisfatte tutte le forze politiche di tale risoluzione, che tutte insieme avevano auspicato. Sollievo per la notizia è stato espresso anche da Confindustria Digitale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here