Lampade abbronzanti: aumenta il rischio di ammalarsi di tumore

Che le lampade abbronzanti facciano aumentare la probabilità di rimanere vittime di tumore alla pelle –  il melanoma –  non è poi una grande novità. In passato si è paralato spesso dell’uso di queste lampade abbronzanti ed in particolar  modo del suo abuso continuo in giovane età, che possa contribuire notevolmente alla formazione di tumori maligni della pelle. Arriva oggi una ricerca che evidenzia come questa realtà sia comprovata da una serie d’indagini, che sono state eseguite su un campione di persone che hanno asserito di aver fatto uso di questo trattamento di bellezza.

L’esito di questo studio è stato pubblico sulla rivista Jornual of the America Academy of the Dermatology. La responsabile della ricerca è la dottoressa Susan Mayer, la quale parla di questa ricerca e del metodo adottato affinché si arrivasse a questa conclusione.

Su 390 controlli 376 hanno rilevato la presenza di carcinoma delle cellule basali. I soggetti intervistati aveva tutti un’età inferiore ai 40 anni, ed avevano risposto ad una serie di domande sulle loro normali abitudini quotidiane, e sull’eventuale abitudine all’utilizzo di lampade abbronzanti, sull’assiduità del loro uso; se avevano subito delle bruciature, ed altre domande di questo genere. L’a risposta di questa ricerca non lascia dubbi e o margine d’incertezza. A tutti i soggetti che avevano risposto positivamente a queste domande e che quindi avevano usato frequentemente le lampade abbronzanti, è stato diagnosticato il tumore alla pelle. Questo generalmente compare nelle zone più delicate e maggiormente esposte come viso e collo, ma ultimamente è comparso anche nelle zone inerenti il torace.

Questa forma di tumore, ossia il carcinoma delle cellule basali, è uno tra i più comuni tumori della pelle e generalmente non ha esiti mortali sul soggetto malato. Tuttavia sono necessari degli interventi che spesso lasciano segni chiari di cicatrici sulle zone localizzate del trattamento.

La responsabile della ricerca ha anche affermato che l’incidenza maggiore si è avuta nei soggetti femminili, e che un terzo delle persone che hanno partecipato a quest’indagine, hanno affermato che già in passato erano state colpite da tumore delle cellule basali; ed inoltre è una verità conosciuta e più volte ribadita, che questo rischio aumenta con l’età.

La Mayer afferma apertamente che l’uso delle lampade abbronzanti rappresenta un alto fattore di rischio di rimanere vittime di questa forma tumorale della pelle. La prevenzione come sempre rimane l’arma migliore per combattere qualsiasi forma di malattia, in questo caso è facile affermare che evitare di usare lampade abbronzanti è un atto premuroso e diligente verso la propria salute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here