Silent Hill: Downpour

Ci siamo! Si torna a Silent Hill fra poche settimane, esattamente il 13 Marzo. In questo giorno saremo ancora una volta inghiottiti dalla città infernale per vivere ancora una volta un’altra storia orrorifica.

In questo nuovo episodio della serie che promette un ritorno al Survival Horror classico è  il galeotto Murphy Pendleton. Durante una piovosa notte il bus diretto verso il carcere su cui viaggiava  Murphy finisce inspiegabilmente fuori strada scaraventando il nostro alter ego in una foresta nei dintorni di Silent Hill.

Murphy avrà la possibilità di interagire con qualunque oggetto nel gioco permettendoci di prendere in mano per esempio con sedie o spranghe. Il concetto relativamente nuovo introdotto in questa esperienza videoludica è che ogni oggetto è una potenziale arma, non soltanto per offendere, ma da sfruttare anche per rompere vari lucchetti che ci impediscono di entrare in particolari edifici o stanze.

Da ciò che emerge purtroppo dalla prime ore di gioco descritte in rete, Silent Hill: Downpour presenta comunque una storia che parte abbastanza lenta e un’ambientazione che stenta a terrorizzare, con zone sempre troppo illuminate e nemici mai letali e facili da abbattere. Daltro canto anche il comparto tecnico sembra alquanto sottotono con un Unreal Engine 3 che sembra presentare diverse imperfezioni: i mostri risultano poco curati e i loro movimenti uniti a quelli del protagonista sono ancora lenti e sottotono; la telecamera rende difficile esplorare bene tutti gli ambienti. Il comparto audio invece pare eccellere con ottime musiche di Daniel Licht (autore della colonna sonora di Dexter) e unl main-team  affidato ai Korn!!!

Confidiamo  tutti in una versione definitiva che tappi un pò questi buchi per regalare al grande pubblico un titolo all’altezza dei primi capitoli della serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here