Letto il testamento di Whitney Houston: lascia tutto alla figlia diciannovenne

Sono stati rivelati ieri ad Atlanta i dettagli del testamento di Whitney Houston: la cantante ha lasciato tutti i suoi averi alla sua unica figlia, la diciannovenne Bobbi Kristina, frutto del matrimonio con Bobby Brown.

Secondo quanto espressamente stabilito dal documento, la ragazza però riceverà parte dei soldi solo al raggiungimento della maggiore età (che negli Stati Uniti è fissata ai 21 anni), per poi usufruire di altri due pagamenti al compimento dei 25 e dei 30 anni.

Nel frattempo gli affidatari del patrimonio della Houston saranno suo fratello Michael e la moglie Donna, che avranno facoltà di consegnare i soldi alla giovane Bobbi Kristina se dovesse averne bisogno per studiare, comprare una casa o iniziare un’attività. La manager della cantante, Patricia Houston, è stato nominata amministratrice del patrimonio, mentre la madre Cissy sarà l’esecutrice delle sue ultime volontà. Il documento era stato firmato dalla cantante il 3 febbraio 1993, circa una settimana prima della nascita della figlia, quando la Houston era sulla cresta dell’onda per la sua partecipazione l’anno precedente al film The Bodyguard – Guardia del Corpo.

Ma il testamento non è l’unica notizia che ci ricorda della Houston in questo periodo: il duo formato da Brandy & Monica, autrici nel 1998 del fenomenale successo r&bThe Boy Is Mine“, hanno dedicato la loro nuova canzone insieme (“It All Belongs to Me“) alla cantante recentemente scomparsa. Secondo quanto riportato dal quotidiano L.A. Times, le due performers, entrambe amiche strette della cantante, si rifiutarono di presentare la canzone ad un evento pre-Grammy nel giorno in cui la Houston morì.

Qui sotto potete vedere il video della hit “I’m Every Woman”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=jpGmuhBhR7w&feature=fvst[/youtube]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here