Mutui: politici e cittadini diversi al cospetto delle banche

Parte da La7 l’inchiesta relativa all’enorme differenza di trattamento tra i politici e i comuni cittadini italiani da parte delle banche per l’accensione di un mutuo.

La programmazione di “Piazza Pulita” mostra come si svolge un colloquio tra l’onorevole Franco Barbato – colui che ha segnalato l’ingiustizia – con dei responsabili della Bnp Paris Bas del Senato.

Deputati e senatori possono facilmente richiedere un mutuo a 20 anni con un tasso più che agevolato (1,57%), contro una media del 5% (dal 3,30% fino al 6,50%) per i cittadini che non hanno legami con la Casta. Per non parlare poi delle garanzie richieste a questi tassi decisamente alti rispetto all’1% dichiarato dalla Banca Centrale Europea.