Dal carciofo al frittello: tripudio di sapori per l’inizio di primavera

Per il primo fine settimana di primavera in Italia si organizzano diverse sagre all’insegna dei prodotti enogastronomici di qualità e della nostra tradizione.

Per gli abitanti del nord Italia, e comunque per chi va ghiotto per i sapori rustici e corposi degli affettati e dei salumi, l’appuntamento ideale è nel parmense. Trecasali, San Secondo Parmense e Fontevivo saranno i tre paesi che ospiteranno l’evento gastronomico a staffetta intitolato “Il Ponte dei Sapori”. L’evento ha avuto il via a Trecasali e per altri due fine settimana seguirà il fiume Taro attraversando il ponte Maria Luigia. Seguendo l’itinerario della manifestazione si potranno gustare i prodotti tipici della zona come il Parmigiano Reggiano, il Culatello, il Violino, la Spalla Cotta, la Fortanina, il Fiocchetto, il Pane e lo Zucchero. Ad accompagnare gli assaggi dei prodotti menzionati ci saranno dimostrazioni di pasticceria e panificazione, mostre mercato e visite guidate. I prossimi appuntamenti saranno il 24 e 25 marzo a San Secondo Parmense e, a seguire, il 14 e 15 aprile a Fontevivo.

Scendiamo verso il centro Italia e giungiamo nel Lazio. Come ogni anno si terrà nel comune di Roccantica, in provincia di Rieti, la “Sagra del Frittello”. Questa festa ha una lunga tradizione, ogni anno la si festeggia la domenica successiva a San Giuseppe ed ha raggiunto ormai la sua 40esima edizione; per questo 2012 la data è fissata per domenica 25 marzo. Il nome Frittello si riferisce al cavolfiore e deriva dal modo di chiamare il Santo festeggiato ovvero Frittellaro. Per la preparazione dei famosi frittelli, il cavolfiore viene privato delle foglie, tagliato a pezzetti, immerso nella pastella e conseguentemente fritto in enormi padelle piene d’olio. Durante la festa si potranno inoltre assaggiare diversi prodotti tipici locali, visitare diverse “Botteghe dell’arte” e assaggiare il pregiato vino del posto.

Per il Sud sbarchiamo in Sicilia. Isola dalla grande tradizione culinaria, è caratterizzata solitamente da una cucina ricca e corposa. Per il prossimo fine settimana è stata organizzata una tre giorni dedicata ad un prodotto d’eccellenza: il Carciofo Violetto di Niscemi. Questo squisito ortaggio si può consumare a seconda delle preferenze di ognuno, solitamente viene servito arrostito con un battuto di olio e aglio o lessato e accompagnato dal pinzimonio. Questa specie di carciofo si trova in realtà un po’ in tutta la Sicilia e cambia nome a seconda del posto dove viene coltivato: ecco quindi che troveremo il Violetto Catanese, il Violetto Siracusano o più comunemente il Liscio Siciliano. Sarà comunque Niscemi ad ospitare la “Sagra del Carciofo Violetto” proponendo diverse ricette a base di carciofo che si potranno assaggiare durante il corso dell’evento. Questo gustoso ortaggio sarà presente nei numerosi stand allestiti per l’occasione ove lo si potrà acquistare.  Niscemi vuole con questa sagra rilanciare l’agricoltura e l’artigianato che negli anni hanno sostentato la gente del posto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here