Serie B: il Torino ne fa 6, crollano Pescara e Verona

Emozioni e fiumi di gol nel sabato della trentaduesima giornata di Serie B. Turno importante, perché apre la fuga del Torino, che schiaccia per 6-0 il malcapitato Gubbio.

La partita dell’Olimpico dura di fatto un tempo, dopo che i granata avevano chiuso la prima frazione in vantaggio grazie alla rete di Rolando Bianchi. La ripresa è una passeggiata per i ragazzi di Ventura, che vanno in gol con Antenucci (doppietta ad aprire e chiudere il secondo tempo), Surraco, Pasquato e nuovamente Bianchi.

Con questa vittoria, il Toro si porta a +4 da Sassuolo (vittorioso nell’anticipo) e Pescara. La squadra di Zeman infatti, crolla sul campo dell’Ascoli, seppur con qualche polemica, specialmente la prima rete marchigiana, probabilmente viziata da fuorigioco di Soncin, che serve a Papa Waigo un pallone facile da insaccare. A complicare le cose si aggiunge lo sfortunato autogol di Zanon alla mezzora. Gli abruzzesi premono per tutta la ripresa ma si fanno infilare in contropiede da Papa Waigo che chiude il match sul 3-0.
Ancora più inatteso il k.o. del Verona sul campo della Nocerina. I campani iniziano il match in maniera veemente portandosi in doppio vantaggio con il tocco sotto porta di Figliomeni ed il pallonetto di Negro; la reazione della squadra di Mandorlini porta la firma di Gomez, ma il rigore trasformato da Merino nella ripresa consegna i tre punti ai padroni di casa, che si schiodano dall’ultimo posto in classifica.
Passo importante per il Varese, che scavalca il Padova (che giocherà il posticipo contro il Vicenza) al quinto posto battendo in casa la Reggina: il 2-0 è frutto della doppietta di Plasmati nel giro dei primi 17′.

E si tiene attaccato alla zona play-off anche il Brescia, che batte il Grosseto in rimonta: al colpo di testa di Mancino infatti, risponde immediatamente Fausto Rossi, che poi va a firmare la sua doppietta con un tiro dal limite deviato.
Quinto risultato utile consecutivo per la Sampdoria, che si impone 2-1 sul campo del Cittadella grazie ai primi due gol in maglia blucerchiata per Graziano Pellè; a nulla serve il pareggio momentaneo siglato da Di Gennaro su penalty.
L’unica partita senza gol è quella tra Bari e Juve Stabia, con i pugliesi che restano molto indietro rispetto alla zona play-off. Altro pari, stavolta ricco di emozioni, tra Livorno e Modena: è un botta e risposta tra le due squadre, con Siligardi a portare in vantaggio i labronici e Di Gennaro a pareggiare su rigore. Nella ripresa va in gol Paulinho, ma non basta, perché gli emiliani trovano il 2-2 nel recupero con Stanco.

Ricchissimo di reti anche il confronto salvezza tra Crotone e Albinoleffe. Finisce infatti 5-2 per i calabresi, andati in gol con Gabionetta (doppietta), Florenzi, Sansone e Caetano Calil. Per i seriani, relegati in ultima posizione a pari punti con la Nocerina, reti di Cissè e Torri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here