Serie B: le grandi si fermano, ride solo la Samp

È un pomeriggio pieno di sorprese quello della trentatreesima giornata di Serie B: nessuna delle squadre di vertice riesce a vincere e la classifica si mantiene pressoché invariata.

Il Torino mantiene infatti la prima posizione, pur perdendo 1-0 in casa dell’Empoli (che esce dalla zona retrocessione) in virtù della rete siglata da Maccarone al 24′. I granata vedono così avvicinarsi a 3 punti di distacco il Verona (vittorioso nell’anticipo con il Cittadella) ed il Sassuolo.

I neroverdi possono però rammaricarsi per il 2-2 arrivato in extremis in casa del Grosseto. I toscani, grazie alla doppietta di Sforzini, riescono a rispondere colpo su colpo alle reti di Marchi e Boakye.
Va peggio al Pescara, che incappa nella seconda sconfitta di fila nonostante sia andato in vantaggio sul Bari con il solito Immobile, al 23° centro stagionale. I pugliesi rispondo immediatamente con Scavone, per poi segnare il gol del k.o. con Bellomo al 55′.
Sconfitta casalinga per 1-2 anche per il Padova, letteralmente fulminato dal Crotone in avvio di match: a stendere i veneti ci Florenzi con una doppietta nel giro di 22′, che rende vano il sigillo in slalom di Cutolo nella ripresa.
A completare il pomeriggio nero per le prime in classifica arriva anche la sconfitta del Varese in casa della Juve Stabia: campani che passano con il destro di Scozzarella nel finale di primo tempo, prima del pallonetto di Sau che chiude la pratica col 2-0. La squadra lombarda mantiene la sesta posizione, ma rischia il sorpasso del Brescia (impegnato lunedì con la Reggina) e si vede braccata dalla Sampdoria, che  raccoglie il secondo successo consecutivo battendo la Nocerina per 2-0: a Marassi il protagonista è ancora Graziano Pellè, che firma la sua seconda doppietta consecutiva in maglia blucerchiata.

Importanti risvolti anche nella zona retrocessione, con il Livorno che conquista in extremis i tre punti sul campo del Gubbio con il gol di Bernacci al 93′. Gli amaranto erano passati in vantaggio con Belingheri nel primo tempo, prima del momentaneo pareggio di Nwankwo.
Salvezza praticamente raggiunta dal Modena, che con il 2-0 all’Ascoli tiene i marchigiani in zona play-out, sorpassati adesso dal Vicenza. I veneti si aggiudicano il delicatissimo scontro in casa dell’Albinoleffe (arrivato a 5 k.o. di fila) con il gol di Pisano all’87’.