I partiti non si riducono i finanziamenti ed il Governo Monti prepara una tassa anche sugli sms!

Corruzione, scandali, immoralità, furti eclatanti sulle prime pagine di tutti i giornali, non bastano ai nostri politici per legiferare la riduzione della mole enorme di finanziamenti pubblici che finiscono nelle mani dei partiti. Tutto si ridurrà probabilmente nella creazione di organismi di controllo sulla destinazione di tali soldi, che comunque vengono incassati dalle organizzazioni politiche in quantità almeno 10 volte maggiore rispetto al necessario.

Tutto questo mentre la Commissione che doveva studiare la retribuzione dei nostri Parlamentari rispetto a quella degli altri Paesi Europei ha dato forfait, non ritenendosi in grado di poter compiere uno studio così “complicato”. Voi immaginate il perchè?!!?

Ed allora il Sociale, gli ammortizzatori sociali, il lavoro della Protezione Civile verrà finanziato ancora una volta indovinate da chi? Da noi cittadini! Il Governo sta infatti preparando un provvedimento per far pagare 2 centesimi in più ogni sms inviato da tutti noi cittadini (in realtà sui messaggi paghiamo già un’Iva salatissima). E si pensa addirittura di usare, anche in questo caso, lo strumento legislativo tipico dell’urgenza: il decreto legge!  Una volta lo si utilizzava per dichiarare guerra o giù di lì, oggi lo si mette su qualsiasi cosa, anche la più ridicola, per forzarne l’approvazione immediata.

Di questo passo ci chiediamo se Mario Monti avrà prima o poi l’idea di ri-legalizzare le riscossioni  a mo di razzie, che gli antichi soldati romani compievano nella case dei poveri abitanti delle terre occupate. Dopo gli sms, tasseranno le e-mail? L’aria? Il sole? Magari anche questi sono già tassati sotto altro nome, e nemmeno ce ne accorgiamo. Ma nessuno tocchi i politici, quello i TECNICI non possono proprio farlo 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here