Serie B: volano Torino e Pescara, la Samp ci crede

Un pomeriggio di Serie B emozionante e costellato di rigori spesso dubbi e ancor più spesso parati (ben 5 su 8) ma con il Torino che torna in testa nonostante i 3 punti tolti dalla gara col Padova.

La squadra di Ventura si riscatta e riprende il primo posto vincendo il match casalingo ai danni del Crotone: vanno a segno Glik e Sgrigna, entrambi di testa, prima che il penalty di Calil accorci le distanze.

Appena dietro di due punti si piazza il Pescara, che domina la partita sul campo del Gubbio, ma spreca tanto colpendo 3 legni: il quarto lo colpisce Sansovini, che è bravo però a ribadire in rete il gol che sblocca la gara, prima che Insigne nel recupero sigilli il risultato sul 2-0 regalando il secondo posto alla squadra di Zeman.
Si ferma ancora il Padova, raggiunto sul pari a Grosseto nonostante il doppio vantaggio maturato nel primo tempo con Cacia, che prima trova l’incrocio da fuori area e poi firma il nono gol stagionale di testa. Sempre di testa, ma nel giro di pochi minuti, Sforzini risponde per il 2-2 finale.
Si avvicina, ma resta al sesto posto il Varese, che espugna il campo del Cittadella grazie alla rete di De Luca al 12′, con evidente complicità della difesa veneta. E non smette di crederci la Sampdoria, che a Marassi sbaglia un rigore con Foggia, ma riesce ad imporsi sul Bari grazie alla doppietta di Eder nel secondo tempo.

Può ancora sognare la Reggina, che si porta a quota 54 vincendo e soffrendo con l’Albinoleffe. A decidere la sfida sono due calci di rigore: quello per i seriani è parato da Belardi, mentre quello segnato da Ceravolo vale i tre punti per i calabresi.
Le speranze di play-off per la Juve Stabia sembrano invece al capolinea dopo la sconfitta in casa del Modena: segnano Di Gennaro (su rigore), Cellini e Stanco per il 3-0 degli emiliani.
Quarta vittoria consecutiva per l’Ascoli, che si avvicina alla salvezza battendo 2-0 il Livorno con le reti di Soncin e Scalise, prima che Dionisi sbagli il tiro dagli undici metri che poteva riaprire il match.

Il record dei penalty di giornata va però a Concetti: il portiere della Nocerina ne para due, opponendosi prima ad Abbruscato, poi a Paolucci e consentendo ai campani di vincere a Vicenza e conquistare la zona play-out.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here